Otto potenziali acquirenti inglesi e irlandesi incontrano le aziende pontine

241

Si è svolto il 27 e il 28 ottobre, presso il Parco Nazionale del Circeo, l’incontro promosso da Unindustria Latina, nell’ambito del progetto “Explora Latina”, che ha coinvolto otto buyer del Regno Unito ed irlandesi, operanti nella distribuzione del settore agroalimentare, e diciassette aziende laziali, di cui quattordici della provincia di Latina e tre di quella di Roma. L’intento dell’iniziativa, ancora una volta, spiega l’associazione, è quello di favorire i rapporti

Un momento dell'incontro
Un momento dell’incontro

commerciali e sviluppare azioni di penetrazione nel mercato angolosassone, anche per dare impulso all’economia locale contrastando gli effetti della crisi del lavoro ancora presenti sul territorio locale.

“Quella che si è appena conclusa è la seconda parte del progetto di sviluppo commerciale in programma nell’ambito di Explora Latina – dichiara il presidente di Unindustria Latina Fabio Miraglia – dopo gli incontri con buyer del mercato tedesco che si sono tenuti nel mese di aprile, abbiamo puntato questa volta al mercato anglosassone. Abbiamo preso come riferimento i mercati di questi due paesi vicini all’Italia proprio per la ricettività dei prodotti agroalimentari italiani e per la vicinanza degli stessi. Abbiamo voluto portare avanti questo tipo di iniziativa perché vogliamo offrire delle opportunità concrete alle nostre aziende, in quanto riteniamo che il compito di un’associazione sia anche cercare di accompagnare le imprese associate affinché possano trovare nuove opportunità di business”.

I buyer che hanno preso parte all’evento sono: Matris, Persia Catering, Italian Cucina, Flavour of Italy, Sorrento Ristorante Italiano, Churchview Food & Trading, Lara Food, Thomas Read. I vini, l’olio extravergine di oliva, i prodotti caseari, le conserve alimentare, il paté, il tartufo, le conserve al tartufo, i salumi, i prodotti dolciari, la formazione e i corsi di cucina italiana, sono stati, infatti, al centro dell’iniziativa promossa da Unindustria.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

LASCIA UN COMMENTO