Faceva il pieno e fuggiva, arrestato il ladro di carburante. Sette colpi tra Aprilia e i Castelli.

175

benzina

Faceva benzina, poi con una scusa si dava alla fuga senza mai pagare il conto. Sette i colpi messi a segno tra Aprilia e i Castelli tra il 2014 e il 2015 da un 41enne di Pomezia, che ieri pomeriggio, dopo un’indagine durata mesi condotta dai carabinieri del Norm della compagnia di Velletri, è finito in manette su un provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Velletri, che ha concordato con le risultanze investigative dei militari. Gli indizi raccolti dai carabinieri di Velletri sono bastati a inchiodare il 41enne pometino, che davanti al giudice dovrà rispondere del reato di furti di Carburante. Grazie ai vari colpi effettuati a carico dei distributori disseminati tra Aprilia, Velletri e Pomezia, l’uomo avrebbe procurato un danno di circa 3 mila 800 euro, colpi condotti sempre utilizzando lo stesso sistema. Il 41enne, P.G. le sue iniziali, raggiungeva le stazioni di servizio verso l’orario di apertura usando auto diverse, riempiva alcune taniche di benzina per un valore di circa 400/500 euro per volta, poi chiedeva al benzinaio di verificare la pressione delle gomme. Quando il proprietario si allontanava per prendere la strumentazione, il ladro di carburante fuggiva via senza pagare. Durante le perquisizioni, i militari hanno rinvenuto e sequestrato taniche contenenti 200 litri di gasolio nella disponibilità di un uomo di Lanuvio, che è stato denunciato a piede libero per ricettazione.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

LASCIA UN COMMENTO