Aprilia, 7.000 diabetici nel comune pontino. La giornata della prevenzione dell’Aida

290

20151114_120818

La Casa della salute presto sbarcherà ad Aprilia. Dopo la delibera della Regione Lazio per finanziare con 2 milioni di euro il presidio sanitario che sorgerà all’interno del poliambulatorio di via Giustiniano, l’equipe di medici del Distetto 1, coordinati dal direttore del distetto Aprilia, Cisterna, Cori e Rocca Massima Belardino Rossi, è già al lavoro affinché la Casa della Salute possa entrare in funzione a breve. A darne annuncio è stato proprio il dottor Rossi, che ieri mattina ha preso parte alla Giornata Mondiale del diabete, organizzata dall’Aida di Aprilia e patrocinata dal Comune di Aprilia e dalla Asl di Latina.  “La politica- ha spiegato il dottor Belardino Rossi- deve cambiare obiettivi per quanto riguarda la sanità, puntando non più a costruire ospedali, ma a potenziare le strutture del territorio che possano svolgere un ruolo essenziale nella cura delle patologie croniche, tra cui il diabete, che incidono maggiormente sulla spesa del sistema sanitario nazionale. Un valido supporto potrà essere reso con l’istituzione della Casa della salute presso il poliambulatorio. La Regione Lazio ha già deliberato a favore del comune pontino l’investimento di 2 milioni di euro, in parte per l’adeguamento della struttura, in parte per i costi del personale. La Asl intanto ha già istituito un gruppo di lavoro, che svolgerà un lavoro indispensabile nell’assistenza di malati cronici e delle famiglie”. L’iniziativa di ieri, promossa dall’Associazione Italiana Diabetici Aprilia, presieduta da Giustino Izzo, ha ottenuto un importante risultato, richiamando l’attenzione nella sola mattinata di oltre 200 persone, che hanno effettuato lo screening gratuito all’interno dei gazebo. Lo scopo dell’associazione, nata nel 2013 grazie all’impegno dell’avvocato Amedeo Disegni, è quello di informare e prevenire su una patologia che colpisce nel mondo 384 mila persone. Oltre ai volontari dell’Aida, presenti per l’intera mattinata il direttore della Asl Distretto 1 Belardino Rossi, il dottor Francesco Ribatti, direttore del Uoc e la dottoressa Grazia Pia Ricciardi, diabetologo del Distretto 1. Presente in supporto anche l’ambulanza fornita dall’Ospedale Militare Celio di Roma, del dottore Pier Paolo Calicchio. Il mezzo è stato gentilmente concesso dal generale Alberto Germani. In mattinata anche la visita del senatore Federico Fauttilli. “Prevenire- ha spiegato il dottor Belardino Rossi- è importante per i pazienti, ma anche per il sistema sanitario, che ogni anno spende 1.500 euro per la cura di pazienti affetti da diabete, costo che può essere superiore in caso di complicazioni”.  “Il diabete- ha aggiunto la dottoressa Ricciardi- riguarda una fetta consistente della popolazione. In provincia di latina il diabete interessa il 6% della popolazione, mentre l’1,6% dei residenti è malato senza saperlo. Nel distretto 1 Aprilia, Cisterna Cori e Rocca Massima si contano circa 7 mila 200 casi diagnosticati e seguiti presso il poliambulatorio di via Giustiniano, 1.500 pazienti sono colpiti anche dalle complicazioni. Il 90% dei casi diagnosticati riguardano il diabete di tipo 1, legato anche allo stile di vita e all’alimentazione, solo il 10% invece riguardano il diabete di tipo 2, legato a fattori di tipo immunitario e che può insorgere anche in età infantile”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

LASCIA UN COMMENTO