Il bello di essere brutti, J Ax infiamma il Twentyfour

176

E’ stata una serata straordinaria. Ha regalato momenti di grande emozioni il dj set di J AX, sabato scorso, al 24 Twentyfour. la programmata, veloce performance dell’artista, si è trasformata in un vero concerto e il popolare rapper ha coinvolto il pubblico con le sue più famose canzoni, affidando la chiusura del live al quattro volte disco di platino Maria Salvador. Accompagnato in apertura del DJ set da un entusiasta Rino Polverino patron del 24 Twentyfour, J AX  è riuscito a coinvolgere subito con il suo “il bello di essere brutti” e via via, intonate tutte insieme ai suoi affezionati fans, regala ben 18 canzoni. Un live che va oltre i 45 minuti e che dimostra come J AX sia un vero trascinatore e uomo di spettacolo. Forte dei risultati su sui social network del suo programma “sorci verdi” (un po meno in TV) e della forza del web, in pochi attimi le foto della serata invadono la “rete” fino a congestionare il traffico “on line”, mentre in sala scorrevano le più famose hit da “i vecchietti”, “spirale ovale”, “domani smetto” e la conosciutissima “Ohi Maria”. Non è mancato il brano di punta di questi giorni cantanto con Elio dal titolo “la tangenziale”. E’ piaciuto J AX, pè piaciuto quando ha urlato al popolo del 24 “sono stato 24mila volte qui con voi”, ricordando, infatti, la proficua collaborazione nata nel 1998 con la discoteca di Latina. I primi concerti proprio con gli Articolo 31 e poi da solo fino al capodanno dello scorso anno. Sono poi seguite “immorale”, “decadance” e poi ancora una dietro l’altra “tutta scena”, “più stile” e “i love my bike” dove diventava sempre più difficile riconoscere la voce del cantante tra quella del pubblico che intonava a squarciagola le sue canzoni. Sul palco a duettare con J AX c’era Space One,  che accompagna ormai da anni le uscite pubbliche del rapper. Nel locale di Polverino ora si lavora al prossimo importante appuntamento. Il 5 dicembre sarà la volta di un altro famoso rapper e attuale giudice di X FACTOR: Fedez.

DSC_1092DSC_1126 DSC_1132

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

LASCIA UN COMMENTO