Un drappo rosso contro la violenza sulle donne, le iniziative delle associazioni di Aprilia

967

Donna_con_drappo_rosso

Le associazioni di Aprilia contro la violenza sulle donne. Parte la campagna “Un drappo rosso”, iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica sul delicato tema della violenza di genere. Dopo il successo della sessione all’aperto di Tai Chi Chuan, organizzata domenica scorsa presso il parco Manaresi, che ha offerto anche l’occasione per riflettere sul rapporto tra uomo e donna, le associazioni del territorio fanno squadra per contrastare la violenza di genere, organizzando appuntamenti volti a sensibilizzare i cittadini sul tema. Venerdì 20 novembre alle 18.00, si partirà con il convegno organizzato dall’associazione “La Palma del sud, dal titolo “Io sono come te…Oltre l’Hijab”. Domenica mattina le associazioni Il Tao e la Rondine, La Palma del Sud, Aprilia Possibile, ANPI Aprilia, Arci La Freccia-ex mattatoio, Unicoop Tirreno-Comitato Soci Aprilia, Montagna Libera, Senza Confine, AFAA  associazione forense avvocati Aprilia, Verso la saggezza, Mondo Cultura, Colibrì, parteciperanno alla Camminata contro la violenza sulle donne. La partenza è prevista alle 10.00 da via Lussemburgo per concludersi alle 12.00 in piazza Roma, una coreografia a cura di Raffaele Calabrese, già autore del flash mob per Aurora “Scie Luminose”. Martedì 24 novembre alle 18.00, presso il Teatro Europa, Aprilia Possibile presenterà la mostra allestita da Stefania ANARKIKKA Spanò con Letture dalla “Trilogia dell’AmorTe”di Francesco Olivieri con le voci di Martina Bortolameotti e Antonello D’Alessandro dell’ANPI Aprilia, mentre il 25 novembre, gli avvocati dell’AFAA indosseranno un fiocco bianco contro la violenza di genere. La Coop distribuirà gratuitamente l’opuscolo “Fatti gli affari nostri”. Alle 10.00, presso il Centro Don Milani di via Trieste 19, il Centro Famiglia e Vita e la Caritas, presenteranno la mostra fotografica di Francesco Nencini dedicata alle donne vittime di violenza, accolte e ascoltate presso lo sportello. 0.00oreografia a cura di re l’i dell’eatro Europa, aprilia possibile presenterà la ma, una coreografia a cura di raffaele La violenza di genere- spiegano le associazioni che aderiscono alla campagna Un drappo Rosso- è un problema sociale e culturale che emerge quotidianamente dalle cronache con dati sempre più allarmanti, ma che in misura ancora maggiore non ha voce e non esce dalle mura di casa.  La legge 119 sul femminicidio è stato un passo significativo dal punto di vista legislativo, ma è necessario continuare ad impegnarsi con interventi di prevenzione, informazione e prevenzione lavorando nei propri ambiti di competenza per promuovere la cultura del rispetto della diversità, e cambiare la cultura violenta nelle relazioni tra donne e uomini”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

LASCIA UN COMMENTO