Primarie, ultimi fuochi per Forte e Galante. E lo scontro Tv si accende solo sulle tasse

248

Ultimi fuochi per la campagna elettorale di Forte e Galante, i due candidati del Partito Democratico che si contendono la possibilità di ambire ufficialmente alla poltrona di primo cittadino. Oggi ci sarà l’ottava tappa del viaggio di Enrico Forte in Q4-Q5: alle 15 e 30 è previsto un incontro pubblico alla scuola Don Milani con dirigenti, operatori, insegnanti e rappresentanti dei genitori, seguirà alle 16 e 30 un incontro pubblico alle case popolari Ater dove verrà illustrato il progetto del centro polifunzionale. Alle 18 infine un incontro pubblico con il comitato “Piazza che non c’è Mercadante”. Per quanto riguarda Galante questa sera alle 20 e 30 presso il Foro Appio Marco Cepollaro, Responsabile delle Politiche economiche del Pd provinciale di Latina, e Valentina Pappacena, presidente di Valore Donna, offriranno il loro contributo alla campagna elettorale con un incontro pubblico: “Paolo Galante, da subito – scrivono – ci è sembrata la persona giusta, l’unica in grado di cambiare la “vecchia mentalità politica” trasformandola in un nuovo modo di “fare politica”.

Lo scontro in tv

Intanto ieri si è consumato lo scontro televisivo tra i due candidati a Monitor su Lazio Tv, una delle poche, forse l’unica occasione ufficiale di confronto in una campagna elettorale sopra le righe per le molte polemiche scaturite da una corrente e dall’altra. Di fronte alle domande del conduttore Egidio Fia i due contendenti non hanno però brillato, complice forse la stanchezza della coda di campagna elettorale. Si è parlato di rifiuti, sviluppo, di cultura, centro storico con pochi guizzi se non nella parte finale quando il dibattito si è acceso sul tasto della trasparenza e dei redditi. Galante si è subito spazientito arrivando a sostenere che “Forte ha sempre percepito soldi pubblici e deve giustamente rendere conto dei suoi soldi. Io dispongo dei miei e se ho scelto di lasciare lo stipendio è un mio diritto”. Poi Galante ha chiesto invece a Forte se percepiva il doppio stipendio sia per la Provincia che per la Regione. “Sono tranquillo, faccio la dichiarazione dei redditi anche come dipendente della Provincia. In questo momento non lo prendo lo stipendio della Provincia. Tu ti vuoi candidare a fare il sindaco e dovresti sapere che quando fai il sindaco e l’amministratore e hai altri redditi vai in aspettativa. Se studiassi un po’ di diritto amministrativo sarebbe meglio”. Poi Forte a sua volta ha contrattaccato: “Come fa a fare il presidente di Ascom Latina e Federalberghi a reddito zero e perché non risulta titolare della società che gestisce?. “Sono amministratore della proprietà dell’albergo, dentro l’azienda c’è la proprietà, io sono l’amministratore della società che detiene le mura”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti