TPL, con Priverno, Sonnino e Roccasecca c’è pure Prossedi

352

Il Comune di Prossedi ha sciolto i dubbi; nonostante le sirene ciociare (ad agosto sulla scrivania del sindaco Angelo Pincivero, era arrivata dall’omologo di Ceccano, Roberto Caligiore una proposta di integrare anche Prossedi insieme ad Amaseno, Arnara, Castro dei Volsci, Giuliano di Roma, Pastena, Patrica, Vallecorsa e Villa Santo Stefano) il Consiglio Comunale ha accettato la proposta pontina che vede Priverno capofila con Prossedi insieme a Sonnino e Roccasecca dei Volsci. La scelta è stata votata all’unanimità dagli 8 consiglieri presenti in aula. La convenzione che lo stesso sindaco Pincivero ha ricevuto mandato di sottoscrivere, è tesa a predisporre una intesa per favorire e migliorare la gestione coordinata dei servizi pubblici di trasporto persone attualmente in esercizio nei singoli Comuni. La convenzione ha il duplice scopo di garantire la conservazione e la continuità dei servizi di trasporto attualmente in esercizio nei Comuni con meno di 10 mila abitanti, adeguandosi alla prescrizione normativa regionale, e di ampliare contestualmente l’offerta di tale categoria di servizi all’interno dell’area dei Comuni convenzionati. L’adesione dei Comuni attualmente privi di un proprio servizio pubblico di trasporto è destinata a sviluppare la portata della convenzione perché destinata a definire l’area territoriale complessiva all’interno della quale, sulla base dei chilometri di esercizio in dotazione o riconosciuti, organizzare un sistema di rete che conservi l’autonomia gestionale dei servizi di trasporto pubblico attualmente presenti nei Comuni con più di 10 mila abitanti e che permette ai Comuni minori di continuare ad usufruire del servizio distribuendo e finalizzando al meglio i chilometri aggiuntivi assegnati per effetto della sostituzione delle tratte locali attualmente gestite da Cotral.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti