Battisti trionfa al debutto in un Palaboxe gremito

215
2015 - EdeDPhotos/Enrico de Divitiis/www.provincialista.it

In un gremito Palaboxe “Città di Latina” si è svolto il grande evento targato Boxe Latina per salutare il 2015 e maturare un’altra attesa, ancora più febbrile, per l’anno che verrà, quello del sessantennio della società. Una riunione mista nella quale ha esordito vittoriosamente da professionista il setino Riccardo “Binario” Battisti. Trionfo anche per il veliterno Matteo  Mammucari, unico a chiudere l’incontro prima del limite, e ottimo il comportamento anche dei dilettanti della Boxe Latina e prodotti del vivaio nerazzurro: D’Antoni, Venerucci e Conti. Spazio, nella parte iniziale della riunione, all’esibizione al femminile tra Beatrice Schiavon e Noemi Zoccoli, portabandiera di un crescente tendenza al pugilato tra le donne.

 

REGOLATO AI PUNTI UN OSTICO BULGARO

Tiratissimo l’incontro clou tra Riccardo “Binario” Battisti e Teodor Boyadzhiev. Sei riprese di grande intensità, con i due pugili pronti ad affrontarsi a viso aperto. Determinante il trasporto emotivo di Battisti, che ha sfruttato a proprio favore l’incitamento a bordo ring,  sin dal momento della presentazione. Una testata del bulgaro ha provocato al primo round una ferita all’arcata sopraccigliare dell’occhio sinistro di Battisti, il quale però manteneva il controllo dei nervi e proseguiva con il suo pugilato molto generoso. La tenuta atletica consentiva al pugile di Sezze di uscire bene alla distanza, marcando nelle ultime tre riprese la superiorità alla base del verdetto di vittoria ai punti, che ha scatenato la bolgia all’interno del Palaboxe “Città di Latina”.

 

 

GLI ALTRI INCONTRI

Cinque società hanno preso alla sessione dei dilettanti. I primi a salire sul ring gli Schoolboys 59 kg. Verdetto a favore per Simone D’Antoni su Giorgio D’Ammizio del Circolo Dante Venturi Terracina. Salendo di peso, nei 69 kg  vittoria di Paolo Venerucci su Giovanni Pietrosanto della Sa.Ma. Fondi. Stesso discorso per Matteo Conti (69 kg) contro lo spagnolo Luis Hidalgo della Boxe Gym Laurentino.  Negli 81 kg Alessandro Maragno della Boxe Group 2005 ha avuto la meglio su Simone Bottiglia del Circolo Dante Venturi Terracina. Nei professionisti confronto internazionale Italia vs Bulgaria. La Boxe Latina e la Boxe Volsca hanno incrociato i guantoni con lo Slavia Team di Sofia del maestro Georgiev Asparuh.

Primo incontro nei Leggeri (61 kg) chiuso alla terza ripresa per ko. Matteo “Matto” Mammucari della Boxe Volsca ha impresso da subito il ritmo schiacciante, che non ha dato possibilità di replica a Traian Slavev. Combinazioni, spostamenti, colpi ripetuti puntualmente a segno. La difesa strenua del bulgaro è terminata dopo un minuto e 54 secondi del terzo round. Da qui la fine anticipata del match.

I VERDETTI
DILETTANTI
59 kg D’Antoni (Boxe Latina) b. D’Ammizio (Dante Venturi) p. 3
81 kg Maragno (Boxe Group) b. Bottiglia (Dante Venturi) p. 3
69 kg Venerucci (Boxe Latina) b. Pietrosanto (Sa.ma. Fondi) p. 3
69 kg Conti (Boxe Latina) b. Hidalgo (Boxe Laurentino) p. 3
PROFESSIONISTI
Leggeri: Mammucari (Boxe Volsca) b. Slavev (Slavia Sofia) ko 3
Superleggeri: Battisti (Boxe Latina) b. Boyadzhiev (Slavia Sofia) p. 6

 

 

 

LE REAZIONI

Riccardo Battisti (Superleggero Boxe Latina)

“Una sensazione bellissima, un pubblico favoloso, ma al tempo stesso un’emozione forte da gestire, insieme al valore dell’avversario. Sono orgoglioso di Sezze e di come mi sono vicini i tifosi. Spero sia l’inizio del cammino verso il titolo italiano, percorso che con questa società e i maestri è più facile. Un ringraziamento particolare al maestro Antonio Dubla che mi ha formato sul ring. Quanto all’incontro, volevo e sono riuscito a disputare 6 round, ma avevo ancora energie da spendere”.

Francesco Prezioso (Presidente Boxe Latina)

“Un bel debutto per Riccardo, al quale il bulgaro ha dato del filo da torcere. Può contare su un team di maestri consolidato e arricchito dall’esperienza internazionale di Fabrizio Petroni. Per i consigli siamo ben attrezzati”.

Fabrizio Petroni (Tecnico Boxe Latina)

“Contrariamente a quanto si può pensare sui pugili stranieri, Boyadzhiev mi è sembrato molto preparato tecnicamente e piuttosto smaliziato. Avevo paura che la testata del primo round potesse innervosire Fabrizio, invece è stato molto bravo. Siamo all’inizio, c’è tanto da migliorare, ma tutto per fare bene. Nessuno si tira indietro e ci impegnano per consentire a tutti di salire sul ring e dimostrare chi è il più forte”.

Antonio Dubla (Tecnico Boxe Latina)

“Riccardo mi ha voluto fortemente alla Boxe Latina, per averlo fatto crescere da pugile. Potete immaginare cosa abbia significato per me questa serata. E’ difficile anche trovare le parole”.

Rocco Prezioso (Tecnico Boxe Latina)

“Un grande sforzo organizzativo per il ritorno del professionismo alla Boxe Latina. Siamo contenti di avere con noi Riccardo Battisti e di poterlo condurre al titolo italiano”.

Mirco Turrin (Tecnico Boxe Latina)

“Ottima risposta in termini di spettatori da Sezze, Latina e Velletri. Ora pensiamo già ai sessant’anni, un evento strepitoso per questa città. Siamo la storia del pugilato di Latina ed è un onore poter festeggiare la ricorrenza insieme ai nostri concittadini. Non è da tutti arrivare ad un traguardo simile e noi ci faremo trovare pronti”.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti