Nenè e lo Spezia infieriscono sul pessimo Latina formato trasferta

213

Ancora un tonfo in trasferta, il quinto consecutivo, per un Latina remissivo e a tratti in grosso affanno al cospetto di uno Spezia parso superiore sia sul profilo tecnico che atletico. Orfano di Dellafiore e Acosty, ma anche di capitan Olivera, infortunatosi durante il riscaldamento, l’undici pontino è parso subito in difficoltà sulla mediana e nella trequarti: Mbaye, proposto tra i titolari, Ammari e Schiattarella hanno faticato ad entrare in partita, Bruscagin e Calderoni non sono mai riusciti a proteggere le corsie laterali.

 

PRIMO TEMPO: CHE SOFFERENZA!

Il Latina ha sofferto la verve dei liguri sin dalle prime battute, rischiando di capitolare già al 12’: su un cross dello scatenato Situm, Ciurrìa ha incornato a colpo sicuro trovando però la grande risposta d’istinto di Farelli. L’estremo ospite si è ripetuto al 24’ su una deviazione aerea di Nenè innescata da un tiro dalla bandierina. L’ariete ex Cagliari è riuscito comunque a sbloccare il punteggio tre minuti dopo, raccogliendo sottoporta un assist di Ciurria dalla destra. Lo Spezia ha continuato ad infierire sull’impacciata mediana nerazzurra, tanto che nel finale Calaiò ha mancato il raddoppio scivolando in area piccola al momento di concludere. In pieno recupero è arrivato però l’inatteso lampo del Latina, su un pallone recuperato con mestiere (e anche con una spinta galeotta) da Corvia su Terzi: il conseguente assist per l’accorrente Dumitru ha propiziato un destro verso il palo più lontano che non ha lasciato scampo a Chichizola regalando l’inaspettato (e immeritato) pari agli ospiti.

 

RIPRESA: A DUMITRU NON RIESCE IL SECONDO MIRACOLO

Nella ripresa lo Spezia si è comunque riportato in vantaggio con una zampata ravvicinata di Nenè, imbeccato alla perfezione dall’imprendibile Situm. Nei minuti successivi Migliore ha sfiorato il tris con un fendente ribattuto da Farelli mentre il Latina non è riuscito a graffiare pur ricorrendo agli ingressi di Scaglia, Jefferson e Campagna. Al 43’ ancora un lampo nerazzurro, ma questa volta senza fortuna: Dumitru ha indovinato una botta dai 25 metri, la palla si è stampata sulla parte interna della traversa, è schizzata sulla schiena di Chichizola ed è finita fuori. E’ stato l’ultimo sussulto dell’ennesima trasferta da dimenticare.

 

 

SPEZIA-LATINA 2-1

 

Spezia: Chichizola, Martic, Postigo, Terzi, Migliore, Ciurria (39’ st Valentini), Misic (15’ st Canadjia), Acampora, Nenè (31’ st Catellani), Calaiò, Situm. A disp.: Sluga, Juande, Piccolo, Rossi, Tamas, Azzi.All.: Di Carlo

 

Latina: Farelli, Bruscagin, Brosco, Esposito, Calderoni, Moretti (31’ st Campagna), Mbaye (22’ st Jefferson), Dumitru, Ammari (1’ st Scaglia), Schiattarella, Corvia. A disp.: De Lucia, Celli, Olivera, Regoli, Talamo, Baldanzeddu. All.: Somma

 

Arbitro: Pinzani di Empoli. Assistenti: Avellano di Busto Arsizio e Lanza di Nichelino. Quarto uomo: Piscopo di Imperia

 

Marcatori: 28’ e 6’ st Nenè, 47’ Dumitru

 

Ammoniti: Misic, Ammari, Brosco, Esposito, Ciurria, Canadjia

 

Spettatori paganti: 769 (45 ospiti) per un incasso di 5467 euro. Totale abbonati: 5778 per un incasso rateo abbonati di 31012 euro

LE VOSTRE OPINIONI

commenti