Latina, zuffa in tribunale: prende a pugni la ex davanti al giudice

815

Ha scatenato un putiferio in Tribunale e dopo aver picchiato la ex che lo aveva denunciato per stalking si è avventato contro un poliziotto in borghese che aveva tentato di calmarlo e poi contro gli addetti alla guardiania del palazzo di giustizia. Un giovane di 25 anni, di Aprilia, è stato arrestato a fatica questa mattina poco dopo l’inizio dell’udienza, al primo piano, davanti al giudice monocratico Silvia Artuso: si tratta di Tiziano Messina, nato a Roma nel 1990, già noto alle forze dell’ordine e in regime dei domiciliari. I carabinieri sono riusciti ad immobilizzarlo dopo buoni cinque minuti di baraonda,  proprio davanti alla guardiania del Tribunale. Il giovane era comparso davanti al giudice per rispondere dell’accusa di stalking avanzata dalla sua ex fidanzata. E proprio quando ha visto la ragazza, l’imputato ha perso la testa. Prima colpendo la poveretta ripetutamente, poi tirando pugni a un poliziotto in borghese intervenuto per fermarlo, infine contro gli addetti alla sicurezza. Fermato il 25enne, sul posto è intervenuta anche la Squadra Volante della Questura di Latina. Il giovane, nel tentativo di divincolarsi dalla presa, ha sferrato calci e pugni anche contro gli agenti della Volante che lo hanno condotto in Questura. Due i poliziotti refertati con  prognosi di sette giorni per le lesioni riportate. L’aggressore è stato arrestato per minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura, sarà processato in direttissima nella giornata di dopodomani,  come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti