In tavola con allegria!

329

 

 

 

Se quest’anno non sapete come preparare la vostra tavola per le feste , che ne dite di provare a renderla allegra con questi simpatici sottopiatti?

PicsArt_12-18-10.15.08

Li ho trovati sul web suggeriti come tovagliette per la colazione della mattina di Natale.

Le ho un pochino modificate e ho pensato che sarebbero state carine anche sulla tavola della vigilia o magari sul tavolo dedicato ai bambini: succede spesso che per loro venga creato un tavolo a parte, magari per questioni di spazio o di organizzazione.

In ogni caso, qualunque sia l’utilizzo che vogliate farne , mi sembrano molto divertenti e non ho resistito all’idea di proporvele.

Sono lavorate ad uncinetto.

 

 

Il sottopiatto è un cerchio di maglie alte . Io ho cominciato facendo il cosiddetto cerchio magico che  altro non è che un modo di creare un cerchio richiudibile . Utile per non lasciare buchi nel mezzo del nostro sottopiatto. In questo tutorial  potrete vedere come si realizza.

In  realtà potrete anche cominciare con quattro semplici catenelle chiuse in cerchio .

All’interno del cerchio dovrete poi lavorare sei maglie alte . Quindi proseguirete aumentando di una maglia in ogni maglia del giro precedente e ottenendo così , alla fine del secondo giro , 12 maglie alte.

Dal terzo giro in poi si lavora con aumenti di sei maglie in ogni giro distribuiti in questo modo :

3° giro : 1 maglia 1 aumento

4° giro : 2 maglie un aumento

5° giro : 3 maglie un aumento

E così via per 13 giri o anche di più , a seconda di quanto vogliate grande il vostro sottopiatto.

Ogni giro si deve iniziare con tre maglie alte ( che non si contano come punto) e si deve chiudere con una maglia bassissima nella catenella iniziale della maglia suddetta.

Raggiunta la dimensione desiderata , fare un ultimo giro a punto gambero ( lavorate cioè un giro di punti bassi all’indietro, da destra verso sinistra anzichè da sinistra verso destra ). Servirà per creare una rifinitura.

Contate le maglie totali all’ultimo giro e dividetele per quattro : troverete così i quattro punti esatti in cui cucire le manine e i piedini.

 

PicsArt_12-18-10.27.38

E adesso viene il bello.Per i miei sottopiatti ho scelto come soggetti un babbo natale , un pupazzo di neve , e una renna. Ma voi potrete sbizzarrirvi con qualsiasi soggetto vi venga in mente.

Per tutti i personaggi , manine e piedini vengono fatti allo stesso modo : sono delle piccole palline imbottite.

PicsArt_12-18-10.11.55

Si lavorano sempre partendo dal cerchio magico e lavorando nel cerchio sei maglie basse.

Si procede con una lavorazione a spirale , il che significa che non dovrete chiudere ogni giro con una maglia bassissima . Continuerete invece ogni volta senza mai chiuderlo. Per questo motivo dovrete segnarvi la maglia di inizio giro con una spilla. In modo da non dimenticare  il punto da cui siete partiti.

E’ pur vero che potreste soltanto contare. Ma se non siete ancora tanto esperte , vi converrà aiutarvi come detto.

Proseguite seguendo le istruzioni riportate qui.

PicsArt_12-18-10.26.53

Sulle istruzioni trovate come lavorare il sottopiatto di Babbo Natale . Gli altri due soggetti li ho inventati . Anche per la testa di Babbo Natale , io ho lavorato in modo diverso

Per tutte e tre le teste ho creato una pallina con la tecnica a spirale , anche detta amigurumi , cioè con lo stessa tecnica delle manine. Ho utilizzato ovviamente il colore adatto per ognuna. Ho lavorato aumentando i punti per ogni giro fino a raggiungere 36 punti bassi e poi ho diminuito gradualmente per chiudere la pallina che ho prima imbottito con del materiale per imbottitura che potete trovare nei negozi di hobbistica e che somiglia a quello utilizzato per i cuscini . Per cui se avete cuscini da buttare conservate l’imbottitura.

PicsArt_12-18-10.13.10

qui potete trovare un tutorial molto ben fatto per imparare a creare delle palline con la tecnica amigurumi.

 

PicsArt_12-18-10.33.00 (1)

A questo punto , seguendo la vostra fantasia create i berretti di Babbo Natale e del pupazzo di neve e con una lana un po’ pelosa la barba di Babbo Natale : basterà fare una catenella di dieci punti o comunque di tanti punti sufficienti a coprire il viso del nostro pupazzetto e lavorare un tre giri di maglie basse.

PicsArt_12-18-10.20.27

Per la renna dovrete anche creare una semisfera per il musetto e una più piccola per il naso rosso.

Montando sette catenelle e lavorando sei mezzi punti alti e un punto basso realizzate la base per le orecchie che rifinirete con un giro completo di punti bassi di colore contrastante.PicsArt_12-18-01.28.09

Per le corna fate otto catenelle e lavorate quattro giri di mezzi punti alti. Quindi fate una catenella di 5 punti e lavorate altri 4 giri di mezzi punti alti. Ripiegate i rettangolini su se stessi e mettete pochissima imbottitura. Quindi cuciteli. A questo punto avrete due parti più grandicelle e due più piccole. Saranno i rami delle corna che dovrete assemblare e poi cucire sulla fronte della vostra rennina

Cucite le testoline e le mani e i piedini di ogni personaggio e i vostri sottopiatti saranno finiti.

Per tutta la lavorazione ho utilizzato un cotone lavorabile con l’uncinetto 2.5.

Cosa ne pensate? Mi piacerebbe avere la vostra opinione . e quindi non siate timidi e lasciate un commento se vi va.

Io ho immaginato questi piatti su una tavola con una tovaglia in tinta unita  verde . Lungo la tavola si potrebbero anche posizionare questi alberelli di Natale che trovo molto carini e decorativi.PicsArt_12-18-11.07.01

 

Sono semplicissimi da realizzare : basterà seguire questo video.

 

Quest’anno avremo la tavola più allegra che si sia mai vista : non lo pensate anche voi?

 

A presto

PicsArt_12-18-11.08.38

LE VOSTRE OPINIONI

commenti