Sezze, svelato l’arcano del Protocollo d’Intesa con l’Istituto Diocesano; c’era un errore

326

E’ stato rettificato dalla stessa Giunta che lo ha approvato nei giorni scorsi il Protocollo d’Intesa da sottoporre all’Istituto Diocesano di Sostentamento del Clero. Si tratta di livelli di derivazione medievale. Il Comune di Sezze ha ora tutto l’interesse ad acquisire la proprietà dei suddetti immobili sia per risolvere definitivamente la controversia con l’istituto proprietario, sia per disporre liberamente di essi visto che ognuno è inficiato da diversi destini già annunciati. Confermata la cifra totale, di 49 mila euro e la cadenza delle rate: la prima, con scadenza il 31 dicembre 2015 di 13 mila euro; la seconda e la terza di 18 mila euro ognuna con scadenza rispettivamente il 30 giugno 2016 e il 30 giugno 2017. Allo stesso modo sono confermate le cifre che compongono il totale relative a: 1) la superficie di terreno adiacente il Piazzale delle Regioni a Sezze Scalo, adibita a verde, di proprietà del predetto Ente Ecclesiastico; 2) l’area adiacente alla Chiesa “Madonna della Pace”, di proprietà dell’Istituto Diocesano; 3) Superfici di terreno in Via Gattuccia, gravate dal Diritto del Concedente a favore dell’Istituto, sulle quali insiste il centro di cottura di proprietà della SPL Sezze. Cambia però la specificazione della seconda voce relativa all’area di 60mq adiacenti la chiesa di Madonna della Pace; quasi a rispondere all’interrogazione presentata dalle opposizioni, il nuovo protocollo, che a livello di delibere segue l’annullamento della precedente, recita ora: I seguenti immobili di proprietà dell’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero annessi alla Chiesa “Madonna della Pace:
a) Porzione di fabbricato distinta nel N.C.E.U. del Comune di Sezze al F. 35, part.lla A, sub 2 – Cat. A/5 – cl. 2 – Consist. 2,5 vani;
b) superficie di terreno di mq. 60 distinta nel N.C.T. del Comune di Sezze al F. 35, part.lla n. 4 (Ente Urbano) con annessa porzione di fabbricato distinta nel N.C.E.U. al F. 35, part.lla n. 4 – Cat. A/5 – Classe 2 – Consist. 2,5 vani;
c) superficie di terreno di mq. 72 distinta nel N.C.T. del Comune di Sezze al Fo. 35, part.lla n. 5 (Ente Urbano) con annessa porzione di fabbricato distinta nel N.C.E.U. al F. 35, part.lla n. 5 – Cat. C/6 – cl. 2 consist. mq. 32;
Adesso, i 20 mila euro sono giustificati.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti