Sezze, attivo il tornello all’ingresso del Palazzo Comunale

265

Aumenta la sicurezza nei locali del Comune di Sezze. In attesa del regolamento definitivo che deve essere varato dalla Giunta Comunale, è attivo da qualche settimana, in via sperimentale, il nuovo sistema di regolamentazione tramite tornelli degli accessi al Palazzo municipale da via Diaz. I cittadini possono accedere al Palazzo municipale utilizzando, a seconda, della destinazione, lo scalone dell’ingresso principale. L’ingresso di via Orfanotrofio resterà, invece, chiuso, e sarà aperto solo in concomitanza con le sedute consiliari. All’entrata i cittadini dovranno, solo fino a quando non verrà approvato un apposito regolamento, esibire all’ingresso un documento di identità e gli operatori incaricati provvederanno ad autorizzare l’accesso, che dovrà comunque essere motivato e corrispondente con gli attuali orari di apertura al pubblico. Si sottolinea che il ” tornello” non ha il compito di blindare materialmente il varco ( che per motivi di sicurezza non può essere effettuato) ma rappresenta il limite che non può essere ” forzato” per non incorrere in sanzioni ed evitare inutili conseguenze che potrebbero ostacolare il buon andamento di tutti gli uffici. “Come in molti comuni d’Italia, tutti dovranno essere identificati prima di ottenere il pass per accedere liberamente nella “casa” comunale” . Questa la volontà del Sindaco . «È stata avvertita l’esigenza di orientare in modo più organico l’accesso agli uffici comunali e monitorare gli ingressi”. Le nuove misure, ovviamente, non creeranno alcun pregiudizio alla fruibilità delle vie di fuga in caso di emergenza. Con questo disciplinare vogliamo tutelare la sicurezza delle persone, delle attrezzature, dei dati, oltre che garantire una migliore organizzazione del lavoro del personale». Presto verrà approvato dalla Giunta Comunale il “Regolamento per la disciplina dell’accesso presso gli Uffici Comunali” e conseguentemente l’Ufficio protocollo verrà spostato al piano terra dove attualmente si trova l’Ufficio Patrimonio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti