Il Latina esonera Somma, anzi no! Ma non finisce qui…

364

La notizia è rimbalzata nel tardo pomeriggio di un sabato senza calcio, orfano delle consuete emozioni e delle immancabili sofferenze figlie di una serie B ora in letargo. Tuttomercatoweb.com, portale spesso più a contatto con le vicende nerazzurre di quanto non lo sia la stampa locale, ha parlato dell’esonero ormai imminente di Mario Somma, a quanto pare ritenuto improvvisamente inadatto per condurre a termine la missione salvezza del Latina. Dal sito di cui sopra, e da varie testate accodatesi all’inatteso annuncio, sono poi piovute raffiche di ipotesi sul possibile successore. Si è parlato di un ritorno di Mark Iuliano, improbabile vista la rescissione firmata di recente, e si è perfino arrivati a scomodare il suggestivo, pittoresco ed eccentrico Malesani per trovare un nuovo titolare dell’instabile panca pontina. Fino al “contro-annuncio” di poche ore dopo: a Somma sarebbe stata concessa una fiducia a tempo, magari in attesa di conoscere il risultato di Latina – Novara, alla ripresa dei giochi. Telenovela terminata? A nostro avviso no. Anzi.
IPOTESI NUMERO UNO: CHIACCHIERA INFONDATA
Qualcosa deve essere trapelato dal quartier generale di piazzale Prampolini, o peggio ancora dal post “partitella” disputato all’ex Fulgorcavi prima della pausa domenicale. Qualcosa riguardante presunti attriti tra il mister e la società in merito alle strategie di mercato e ad alcune scelte da adottare, sia in entrata che in uscita. Il buon Mario, del resto, non è tipo da “mandartela a dire” e difficilmente sposerebbe una politica accomodante e diplomatica davanti a certe decisioni. Qualcuno avrebbe però ingigantito quel “qualcosa”, tanto da renderlo una (infondata) notizia bomba da sparare ai quattro venti. Possibile infatti che il mister sia sopravvissuto al burrascoso post gara con il Pescara, per poi finire silurato a distanza di 11 giorni?
IPOTESI NUMERO DUE: INSODDISFAZIONE E VOGLIA DI CAMBIARE
Le presunte difficoltà nella campagna acquisti avrebbero acuito un’insoddisfazione societaria dettata dalle 5 sconfitte raccolte nelle 10 gare della gestione Somma, con una media di 0.90 punti che ha proiettato Acosty e soci in piena zona playout. Per tale motivo disappunto e dissapori sarebbero sfociati nella presunta rottura, portando il presidente Maietta alla sofferta decisione. Con il dg Leonardi in prima linea nella scelta del nuovo allenatore. Si spiegherebbe così la “chiacchiera” Malesani o quella, più fondata, di Luigi De Canio (nella foto in basso), mister a detta di molti vicino all’ex dirigente del Parma. Un ribaltone dettato dai tempi che stringono: sia perchè tra una settimana al Francioni arriva il Novara, sia perchè ne mancano tre alla chiusura del mercato e in teoria si farebbe ancora in tempo a nominare un nuovo interlocutore per definire in extremis le strategie. Gigi De Canio

CONCLUSIONE: CHIAREZZA, SUBITO!
Ci siamo divertiti (termine infelice di questi tempi) a ricostruire la vicenda attraverso congetture e farneticazioni sempre ricorrenti davanti a tali pseudo fughe di presunte notizie. Al cospetto di un simile caos vorremmo però che il Latina spegnesse sul nascere certe voci destabilizzanti. E c’è un solo modo per farlo: la chiarezza. L’esonero di Somma è pura fantasia? Si smentiscano subito tali chiacchiere, si ribadisca la piena fiducia nel tecnico e si attribuisca a lui ogni decisione in merito alla campagna acquisti, sia in entrata che in uscita. Solo così si potrà restituire un minimo di solidità e credibilità a quella panca instabile ma soprattutto all’immagine e al ruolo di un professionista intenzionato a lavorare e sudare per la squadra della sua città. Seconda ipotesi: non c’è più intesa con il mister, o non si crede più in lui? Si volti pagina, con rammarico ma senza ulteriori perdite di tempo. Davanti ad un quadro simile non sappiamo come andrà a finire, ma sentiamo che non finirà qui…

LE VOSTRE OPINIONI

commenti