San Felice, bilancio, tributi e fondazione Zei: Bianchi restituisce le deleghe al sindaco

564
Il Comune di San Felice Circeo

Vento di crisi nella maggioranza del sindaco di San Felice Circeo Gianni Petrucci: il consigliere comunale Giuseppe Bianchi, questa mattina, ha restituito le deleghe a Bilancio, Tributi e Fondazione Zei. Bianchi fino a maggio 2015 aveva avuto incarico di assessore conferitogli dal primo cittadino all’inizio del suo mandato. Poi all’interno di “normali” avvicendamenti della maggioranza e ridistribuzione di deleghe e incarichi, il posto in giunta occupato da Bianchi era stato assegnato a Luciano Magnanti.

Giuseppe Bianchi
Giuseppe Bianchi

Violato l’impegno della turnazione

“La decisione, seppur sofferta – ha dichiarato Bianchi -, è stata inevitabile a causa di una turnazione degli assessori avviata nel mese di maggio, a seguito della quale ho lasciato l’incarico. La suddetta turnazione sarebbe dovuta durare solo 6 mesi, quindi sino al 17 Novembre, ma purtroppo e per motivi poco trasparenti che saranno approfonditi in sede politica, i termini per la ripresa dell’incarico non sono stati rispettati. Negli ultimi due mesi molti sono stati i miei vani tentativi di dialogo con il sindaco e l’intera maggioranza anche per riscattare la credibilità e l’affidabilità della parola dei politici già tanto derisa e vilipesa. L’ultimo incontro si è tenuto venerdì 15 gennaio, ho voluto incontrare tutti i colleghi con lo scopo di concedere l’ennesima opportunità di manifestare la loro lealtà e lavorare serenamente per gli impegni a favore del nostro paese, ma anche questo tentativo ha fallito! Certo ad oggi non posso rimproverarmi di aver lasciato intentata qualche possibile soluzione”.

Da assessore potrei essere presente un giorno in più a settimana

Bianchi lamenta il fatto che dall’impasse deriverebbe “l’oggettiva impossibilità di adempiere” alle proprie funzioni. “Ad esempio, determinanti sono le sostituzioni del Segretario Comunale nella gestione del bilancio e tributi – ha spiegato il consigliere – che creeranno certamente un periodo di grande difficoltà in tale settore. In simili condizioni, non potrei certo garantire i buoni risultati di cui il Sindaco più volte pubblicamente mi ha dato atto. Sarebbe estremamente difficile per me, che vivo e lavoro a Roma, interfacciarmi con nuovi funzionari per la predisposizione degli importanti adempimenti, previsti dalla normativa vigente, che dovranno essere obbligatoriamente approvati in Consiglio Comunale nei prossimi mesi. E’ opportuno a tal fine evidenziare che l’assessorato mi consentirebbe di essere presente almeno un giorno in più alla settimana. In ogni caso – ha continuato Bianchi – per correttezza e lealtà nei confronti dei cittadini e in coerenza con le mie posizioni ho deciso di non lasciare questioni irrisolte: infatti, nonostante tutto e per evitare che qualcuno possa dire che sono legato alla poltrona, ho portato a termine l’assestamento del bilancio, approvato regolarmente nei termini dal Consiglio Comunale. Dopodiché ho seguito la stesura, sino all’approvazione in Giunta, del Documento Unico di Programmazione (DUP), ho partecipato a iniziative che riguardano la raccolta differenziata riscuotendo una massiccia collaborazione da parte dei cittadini e il 2 gennaio di quest’anno sono riuscito a ottenere finalmente le chiavi della Mostra Homo Sapiens”.

Al tecnologico con la stessa passione

Il consigliere ha garanti al sindaco che proseguirà la sua azione nei Servizi Tecnologici, Cimiteriali e Informatizzazione “con la stessa passione, fermezza e trasparenza di sempre”. “Ringrazio il personale del Settore tecnico contabile per l’ottima collaborazione che mi ha sempre garantito – ha concluso Bianchi -. Un ringraziamento particolare va all’ex Segretario Comunale Francesco Zeoli insieme al quale ho potuto portare a termine il risanamento delle finanze comunali”.

Leggi qui la decisione del sindaco

LE VOSTRE OPINIONI

commenti