Latina, l’incontro tra Acli e sindacati: sì al patto sociale con i lavoratori

315
Nicola Tavoletta e Marco Cardogna

Si è svolto sabato 16 gennaio l’incontro nei territori di Gaeta e Formia, tra una delegazione delle sedi Acli dei comuni di Latina, Aprilia e Cisterna con i lavoratori iscritti alla Feneal Uil dell’azienda nautica Italcraft, e quelli in assemblea permanente presso il sito abbandonato della regione Lazio ex Arsial a Formia, iscritti alla Femca Cisl. L’appuntamento si è concluso con l’incontro dei rappresentanti della Federazione Italiana Cuochi della Provincia di Latina presso il mercato ittico di Gaeta.

Il patto sociale con il territorio La numerosa delegazione guidata dal direttore provinciale Nicola Tavoletta ha incontrato a Gaeta il Presidente provinciale delle Acli Maurizio Scarsella e il presidente provinciale del Cta Francesca Tomao per un percorso socio culturale tra Gaeta e Formia che ha permesso di saldare un patto sociale con il territorio.

Il caso Italcraft Sull’ Italcraft, presenti all’incontro i sindacalisti Salvatore Pastore e Massimo Purificato, le Acli hanno invitato i lavoratori a portare la loro istanza al congresso provinciale delle Acli del prossimo 20 febbraio condividendo una posizione di tutela e sviluppo, che è quella di salvaguardare i presidi della cantieristica navale.

Il progetto per i disoccupati A Formia, invece, il presidente Scarsella e il direttore Tavoletta hanno sottoscritto il progetto con il quale viene chiesto alla regione Lazio la disponibilità dell’area agricola abbandonata per un progetto di fattoria sociale affidata ad una impresa sociale di disoccupati.

Con i rappresentanti della Femca Cisl, del segretario Roberto Cecere, è stata evidenziata l’ingiustizia rappresentata da un patrimonio pubblico abbandonato che potrebbe dare la speranza del lavoro a tanti formiani e non con il contributo economico pubblico, ma con quello privato tramite la sola concessione della disponibilità da parte della regione Lazio.

Il libro intervista del Papa Nei due incontri Scarsella e Tavoletta hanno consegnato nelle mani dei lavoratori un libro intervista di Papa Francesco come staffetta di speranza.

L’incontro di sabato è stato utile anche per affrontare con il presidente della Federazione Italiana Cuochi Luigi Lombardi, presso il sito storico in difficoltà del Golfo, il mercato ittico di Gaeta, il tema dello sviluppo economico del territorio tramite l’ospitalità turistica d’eccellenza.

La rete del terzo settore L’occasione ha permesso di realizzare tre incontri all’aperto proprio per rappresentare la natura popolare e sociale della rete che il terzo settore e le parti sociali devono mettere in essere per il risveglio del territorio, quando gran parte delle istituzioni sono commissariate.

L’identità di una provincia Nicola Tavoletta ha sottolineato anche la necessità di dover risvegliare l’identità di una provincia che deve perdere l’alibi di illusorie divisioni geografiche e riaffidare al Capoluogo la leadership di una unità progettuale integrata che venga rispettata in Regione e nei vari livelli di governo; la provincia di Latina deve avere la convinzione di essere la provincia di Latina.

Un’economia civile Maurizio Scarsella ha espresso la volontà condivisa delle Acli Provinciali di Latina di essere alleate nei processi di tutela e sviluppo del lavoro promossi in un’ottica di economia civile.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti