Ninfa Latina corsara a Monza, la classifica torna a sorridere

213

Grande impresa del Ninfa Latina nel posticipo della 13esima giornata di SuperLega. Il sestetto pontino è riuscito ad espugnare il campo della Gi Group incamerando tre punti importanti che permettono di raggiungere Molfetta in classifica e di distaccare di cinque punti gli inseguitori. A Monza la formazione di Camillo Placì si è espressa nel migliore dei modi specialmente a muro, ma tutti i fondamentali hanno funzionato bene. Nel primo set l’hanno spuntata i padroni di casa con un estenuante 28-26. Poi gli ospiti hanno preso il volo, aggiudicandosi le tre frazioni successive per 25-20, 25-22 e 25-21. Ora si torna in campo il 24, al PalaBianchini, contro la corazzata Lube.
LA CRONACA
Iniziano bene i padroni di casa che con Verhees e Beretta si portano sul 6-3, Maruotti riposta la parità sul 7-7, è ancora l’ex Verhees a portare avanti i sui 10-8 subito azzerato da un ace di Hirsch prima del timeout tecnico, Botto e Renan (muro) riportano Monza avanti 17-15, Sket e Maruotti (muro) rovesciano sul 20-21, Monza approfitta di qualche errore di Latina per arrivare sul 24-23 ma un muro di Rossi (24-25) e ace di Hirsch che chiude sul 26-28. Secondo set con Ninfa che approfitta di due errori di Renan e poi con tre muri (Yosifov e doppio Sottile) si porta 3-8 e poi allunga con un ace di Hirsch 10-16 e chiude 20-25. Terzo set con Monza subito in avanti con un muro e un ace 3-0, Yosifov (muro) accorcia 5-4, poi Renan e Hirsch (ace) con il distacco che non cambia, doppio errore brionzolo, Sottile (muro) e Maruotti per il 10-13 ma Renan in battuta (due ace e un contrattacco) ribalta 18-15 e poi mette a segno il 24-20, c’è un ace di Mattei ma con i padroni di casa che chiudono 25-22. Latina conferma Mattei nel quarto set, Monza risponde con Sala e Galliani, Sala (muro) e Botto per il 3-1, Hirsch e Maruotti rovesciano sull’8-10, ma i muri di Sala e Botto riportano avanti i padroni di casa 11-10, Verhees porta il 15-13 ma due muri di Maruotti rovesciano sul 17-19 poi uno di Hirsch per il 18-22 e Yosifov chiude ancora a muro sul 21-25.
I COMMENTI
Nel dopogara ha parlato un soddisfatto Gabriele Maruotti: “Avevamo paura di questa squadra perché giocano molto bene, ma anche di noi stessi che dopo la pausa dovevamo riprendere il nostro gioco. Il fattore positivo è che siamo molto compatti come gruppo. Il nostro obiettivo era proprio questo di stare a ridosso delle cinque squadre di testa e fare il nostro campionato. È una nostra caratteristica quella di toccare tanti muri e farli, così da poter lavorare bene in difesa”. Camillo Placì: “Abbiamo recuperato Yosifov e Mattei che si sono infortunati alla caviglia, abbia recuperato energie ed è stata una vittoria con le bollicine. L’atteggiamento giusto per giocare queste partite. Il fondamentale muro ci accompagna dall’inizio della stagione, c’è tanto lavoro dietro oltre alle qualità tecniche. Abbiamo fatto bene le cose che si sono servite per vincere, altre invece non sono andate bene”.
Gi Group Monza-Ninfa Latina 1-3 (26-28, 20-25, 25-22, 21-25)
Gi Group Monza: Beretta 3, Renan 23, Rousseaux 6, Verhees 12, Daldello 2, Botto 14; Rizzo (L), Jovovic, Galliani 6, Raic. Ne: Mercorio, Gao Qi, Brunetti (L). All. Vacondio
Ninfa Latina: Maruotti 11, Rossi 5, Hirsch 20, Sket 12, Yosifov 8, Sottile 5; Romiti (L), Krumins, Tailli, Mattei 2. Ne: Ferenciac. All. Placì
Arbitri: Sobrero, Frapiccini
Note durata set: 33‘, 30‘, 27‘, 26‘. Totale 1h56’
Monza: battute vincenti 3, sbagliate 18, muri 6, errori 33, attacco 49%
Latina: bv 5, bs 15, m 13, e 22, a 46%

LE VOSTRE OPINIONI

commenti