Latina, Gko e Lilith incontrano gli studenti per dire no alla violenza sulle donne

206

Proseguono gli incontri e gli spettacoli del progetto scolastico “Grow Up Renata”, avviato dalla compagnia teatrale “Gko” con il Centro Donna Lilith per sensibilizzare i giovani sulla violenza e sulla differenza di genere. Il primo appuntamento, di questa seconda fase del progetto, che ha già coinvolto finora più di 1600 allievi delle scuole di ogni ordine e grado di Sezze, Roccagorga e Maenza si svolge il 25 gennaio presso la media Verga di Pontinia e poi si proseguirà con altri incontri nei plessi di Priverno e Latina.

Le fasi Il progetto, suddiviso in tre fasi, coinvolge gli allievi dapprima con una conferenza interattiva in cui si cerca di formulare il concetto di violenza di genere, poi con la visione dello spettacolo “Renata – Una storia di violenza sulle donne” della Gko Company ed infine con “Libera l’Arte” agli studenti viene passato il testimone e, diventano protagonisti “a modo loro”, esprimendo in una forma artistica il messaggio percepito. “Ho cercato di mettere al centro del lavoro di Gko Company di quest’anno la prevenzione, cosa utile e possibile, la violenza contro le donne può essere disinnescata agendo sulle ragioni culturali e politiche che la causano – afferma Vincenzo Persi, direttore artistico della compagnia di spettacolo Gko Company – Se ancora esiste discriminazione e disuguaglianza è perché questi concetti sono radicati nella quotidianità, è necessario partire dal basso e costruire un’educazione all’uguaglianza, alla diversità e al rispetto”.

Il rispetto e l’amore I concetti di base sui quali si fonda il messaggio portato avanti da Gko sono il rispetto e l’amore, gli stessi sui quali si fonda il lavoro e l’impegno delle operatrici dell’associazione Lilith di Latina nel progetto pedagogico e sociale in corso, attraverso il dialogo e l’ascolto dei giovani studenti in un’ottica di sensibilizzazione in grado di diffondere una nuova mentalità che sia sempre più libera e rispettosa dell’altro.

La locandina dello spettacolo
La locandina dello spettacolo

LE VOSTRE OPINIONI

commenti