Terracina, s’infilano nella casa da ristrutturare e la danneggiano: denunciati in due. Altre tre persone nei guai

309

Occupazione abusiva di edificio e danneggiamento, guida in stato di ebbrezza alcolica e possesso di droga, veicolo contraffatto: cinque denunce a Terracina. E’ questo il bilancio di tre distinte attività svolte dagli agenti del commissariato di Polizia di via Petrarca diretto dal vice questore aggiunto Bernardino Ponzo.

Estranei in casa

I poliziotti, a seguito di denuncia sporta dalla proprietaria di un appartamento, hanno deferito in stato di libertà due terracinesi R.D. e I.M. entrambi pregiudicati rispettivamente di anni 41 e 38. L’abitazione, che in attesa di essere interessata da interventi di manutenzione era al momento disabitata, era stata occupata nottetempo dai due malviventi che vi si erano introdotti forzando la serratura. L’intervento risolutivo degli agenti ha consentito ai legittimi proprietari di rientrare in possesso del loro bene mentre i due responsabili dei fatti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per i reati di occupazione abusiva di edificio e danneggiamento.

Droga e alcol

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio nelle zone periferiche della città, il personale delle Volanti del Commissariato, hanno intercettato a Borgo Hermada conducenti di autoveicoli che si erano posti alla guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e alcoliche. In particolare G.A. terracinese di anni 45 aveva assunto eroina di cui alcune dosi, a seguito di perquisizione gli venivano rinvenute indosso. Mentre un cittadino polacco di anni 27, residente in Italia, risultava positivo al test alcolemico presentando un tasso 6 volte maggiore a quello consentito. Entrambi sono stati denunciati in stato di libertà e agli stessi è stata ritirata la patente di guida con conseguente sequestro ai fin della confisca dei veicoli condotti.

Scooter con targa contraffatta

Sempre in località Borgo Hermada la Volante ha intercettato e fermato uno scooter di grossa cilindrata condotto da un pregiudicato della zona privo di patente di guida. Da specifici accertamenti sul veicolo, è risultato che la targa era stata artatamente contraffatta, con ogni probabilità al fine di eludere le investigazioni in caso di commissione di reati. Il responsabile dei fatti è stato denunciato a piede libero ed anche in questo caso il veicolo è stato sottoposto a sequestro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti