Latina e provincia, tre arresti e sette denunce per l’operazione “Borghi Sicuri”

279

Si è conclusa con tre arresti e sette denunce l’operazione “Borghi sicuri” predisposta dalla Questura di Latina che ha messo in campo nell’ultimo fine settimana 55 pattuglie (Pasi, Digos,  Anticrimine, Squadra Mobile)  coordinate dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico insieme  alle autoradio dei Commissariati di Polizia di Cisterna, Formia, Gaeta, Fondi e Terracina, nonché ad equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Basilicata. Il servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei furti nelle abitazioni, alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, al controllo degli esercizi pubblici, al monitoraggio di pregiudicati, ed alla lotta all’abusivismo commerciale ha consentito l’identificazione di 662 persone, di cui 257 pregiudicati, il controllo di 459 veicoli, 43 posti di blocco, 21 perquisizioni personali, 115 contravvenzioni per violazioni al codice della strada, il ritiro di 15 carte di circolazione, e al controllo di 112 persone agli arresti domiciliari, oltre che tre arresti e sette denunce a piede libero.

Gli arresti

Due degli arresti sono stati effettuati a Latina. Il primo nei confronti di un romeno di 52 anni che aveva rubato un paio di jeans in un negozio, nascondendoli in una borsa schermata, il  secondo nei confronti di un 50enne evaso dai domiciliari. Il terzo arresto è stato effettuato a Gaeta: in manette un 46enne fermato in flagranza di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le denunce

A Latina gli uomini della Divisione Anticrimine hanno denunciato in stato di libertà Francesco G., nato in Latina nell’80 e Graziano N., classe 1977, per lesioni personali, entrambi coinvolti in una lite per futili motivi. A  Formia, invece, gli agenti del Commissariato, nel presedente servizio, avevano denunciato in due distinte azioni Veronica V., 48enne, Fabio F. di 27 anni entrambi accusati di minacce e Dario A., originario di Napoli, classe 1983, e Maddalena M., di un anno più giovane, anche lei di Napoli,  per furto. dell’84 di Napoli per furto. I due campani erano stati sorpresi a rubare in un supermercato. Sempre per furto gli agenti della Polizia di Stato avevano denunciato D. M. M. formiana del ’93: la giovane si era impossessata di prodotti cosmetici per 100 euro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti