Pd a Latina, rinnovati gli assetti comunali. Eletti Giansanti e Ingellis. Forte: l’unità sia sostanziale

467

 

Ci ha messo un mese il Pd di Latina ma alla fine di un lungo percorso tra mediazione, trattative e infine la moderazione imposta dai vertici regionali e nazionali a Roma il risultato è stato raggiunto. L’assemblea comunale ha votato oggi all’unanimità il nuovo segretario Andrea Giansanti, il nome che era stato proposto dai fortiani, e il nuovo presidente, Emanuele Ingellis (il nome a garanzia della corrente di Moscardelli) mentre per la commissione paritetica per le liste sono stati nominati Claudio Moscardelli, Franco Mansutti, Claudio Lecce e Andrea Calcagnini. Dopo le nomine c’è stato un breve dibattito nel quale sono intervenuti sia il candidato sindaco Enrico Forte sia il senatore Claudio Moscardelli. “L’unità sia sostanziale – ha detto Forte, abbiamo scelto di stare insieme e riprendiamo il cammino, il viaggio per parlare alla città. Le alleanze scegliamole insieme ma mettendo dei paletti: nelle liste non dovranno esserci personaggi o formazioni politiche che hanno avuto incarichi con Di Giorgi”. Moscardelli ha invece sottolineato che va fatta una campagna elettorale con poca convegnistica e molte iniziative nei territori, nei borghi e tra la gente.

I due neoletti. “Queste nomine sono maturate in un clima di condivisione – ha spiegato il nuovo segretario Andrea Giansanti, già componente della segreteria comunale e responsabile provinciale nel Pd del settore lavoro e attività produttive– i dissidi espressi fino ad oggi sono forse sembrati più grandi quello che erano e fanno parte di una dialettica politica normale in un partito che ama il confronto e si identifica in una collettività che mette in campo idee e le verifica per  trovare le risposte più efficaci. Pensiamo ora alle elezioni,  siamo coloro che possono dare un’alternativa reale e concreta alla città”. “Siamo riusciti con forza a dare un nuovo assetto dell’organizzazione – ha detto il neopresidente Ingellis, 35 anni e un passato come segretario provicniale della sinistra giovanile fino al 2007 e poi come segretario dei Ds – con le varie anime per dare forza al nostro candidato sindaco, per arrivare a un risultato epocale su Latina”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti