Aprilia, Acqualatina blocca gli allacci per i nuovi palazzi

299

Il depuratore di via del Campo è saturo, Acqualatina blocca le autorizzazioni per gli allacci per le nuove abitazioni. Un problema gravissimo, che di fatto impedisce di ottenere l’abitabilità per i nuovi complessi residenziali finchè i lavori di ampliamento del depuratore non saranno completati. E così mentre il mercato del mattone continua a vivere uno dei momenti storici più drammatici, dall’altra parte i ritardi nel completamento dell’opera, finanziata per intero dalla Regione Lazio, rischia di infliggere un’ulteriore duro colpo al settore. L’impianto al momento è progettato per il trattamento dei reflui di 90 mila abitanti. C’è un progetto per aumentarne la capienza, permettendogli di servire 120 mila abitanti equivalenti, ma i lavori procedono a rilento perché la Regione ha riscontrato problemi nel versare la sua quota e anche se la ditta vincitrice dell’appalto prosegue i lavori di ampliamento, l’opera, che doveva essere consegnata qualche mese fa, non sarà pronta prima della fine dell’anno. Intanto da ottobre Acqualatina ha bloccato il rilascio per le autorizzazioni di allaccio proprio in virtù del limite raggiunto dall’impianto di depurazione di via del Campo. Il risultato è che tutte le nuove costruzioni al momento autorizzate non possono ottenere l’abitabilità.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti