“Niente impianti ad Aprilia”. La denuncia di Antonino Carbone del PD

223

Le associazioni sportive apriliane hanno sempre dimostrato grande vitalità, donando alla città ottime performance. Al contrario la città di Aprilia non sembra il luogo più adatto dove praticare sport. Il motivo? L’assenza di strutture adeguate. Quelle promesse quali opere di compensazione per le grandi lottizzazioni sono solo un lontano ricordo, mentre gli impianti presenti sul territorio sono quasi tutti inadeguati. A denunciare le carenze il Responsabile dello sport e delle attività giovanili del PD Antonino Carbone. “Mai come in questo momento- commenta Carbone- il mondo associativo nel settore dello sport sta dimostrando una vitalità senza precedenti con bellissimi risultati che consentano alla realtà apriliana di raggiungere la vetrina nazionale in molti importanti discipline sportive. Tutto questo avviene nonostante una cronica mancanza di strutture sportive che costringe molte associazioni sportive a svolgere con difficoltà la loro missione sociale.Per il Partito Democratico di Aprilia è fondamentale incentivare lo sviluppo della cultura sportiva quale migliore presupposto per consentire ai nostri giovani di perseguire i propri sogni ed arginare fenomeni di marginalizzazione sociale che potrebbero verificarsi, soprattutto, all’interno delle famiglie più deboli della nostra comunità. Crediamo che sia importante investire nella realizzazione di nuovi impianti sportivi e nel miglioramento di quelli esistenti per consentire un ampliamento dell’offerta sportiva. Altrettanto fondamentale il riconoscimento di premi a tutte quelle realtà sportive che raggiungono obiettivi a livello nazionale al fine di avviare un circuito virtuoso e istituire un premio a livello locale, attribuito su indicazione degli operatori stessi, al migliore atleta della città che si sia distinto per i risultati raggiunti”.  Il referente del PD locale richiama l’attenzione sulla mancata realizzazione del Palazzetto dello sport. “Sul fronte degli impianti- continua Carbone- non si può non richiamare la questione della mancata realizzazione del tanto atteso palazzetto dello sport di cui accanto alle prime pietre non si vede traccia nella nostra città. L’opera è attesa da tanti anni e non è più tollerabile aspettare per un impianto fondamentale per alcune realtà sportive che, come il basket e la pallavolo, hanno raggiunto le massime serie nelle rispettive categorie. Altrettanto importante per i suoi risvolti dal punto di vista del recupero e della riqualificazione del quartiere Toscanini la realizzazione della “Cittadella dello sport”  prevista nel progetto della zona 167 e rimasta nel dimenticatoio. Per la nostra città lo sport con i necessari investimenti in infrastrutture ed impianti deve rappresentare uno dei cardini per lo sviluppo futuro della comunità apriliana”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti