Sezze, serve un nuovo piano particolareggiato per lo sviluppo commerciale in località Zoccolanti

Sezze, cerchiata in rosso, approssimativamente, la zona interessata dalla variante

Tre richieste ricevute da privai tra il marzo e il dicembre 2015, tutte riguardanti l’area compresa tra via Gattuccia e via Roccagorga in località Zoccolanti, hanno indotto la Giunta Comunale a dare mandato all’Ufficio Tecnico per predisporre un piano particolareggiato di iniziativa pubblica in variante alla vigente normativa urbanistica in località Zoccolanti – Fontane. Le tre richieste che hanno indotto a ritenere urgenti tali modifiche (l’area attualmente è artigianale e bisognerà convertirla in commerciale) insistono tutte sul foglio 36; la prima è del 18 marzo 2015 avanzata dall’amministratore delegato della società ” INCOS “, che ha richiesto all’amministrazione comunale di redigere un Piano Particolareggiato, in variante alla vigente normativa urbanistica, al fine di realizzare una ” struttura commerciale ” in Via S.P. Rocchigiana ” su terreni di sua proprietà, individuati al catasto in varie particelle del foglio 36 del catasto per complessivi 11 mila 626 metri quadri; la seconda, presentata da un privato il 16 novembre 2015 per redigere un Piano Particolareggiato su terreni di sua proprietà, individuati al catasto in tre distinte particelle del foglio 36 per complessivi 4 mila 803 metri quadri; la terza, del 7 dicembre 2015, presentata dall’amministratore Delegato della Società Commerciale Lepina s.r.l., che ha chiesto di redigere un Piano Particolareggiato su terreni di sua proprietà individuati su un’unica particella e di complessivi 5 mila 660 metri quadri.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteNinfa, eternit e rifiuti pericolosi: maxi sequestro ai confini dell’Oasi
Articolo successivoDà fuoco alla compagna incinta, arrestato a Formia dopo la fuga
Luca Morazzano, giornalista pubblicista, nato a Sezze, vive a Maenza. Intraprende la via del giornalismo qualche tempo dopo la Laurea in Filosofia per tirarsi fuori dal dolce-amaro far nulla della disoccupazione dopo gli studi. Comincia dalla cronaca sportiva di incontri di calcio dilettantistico sui campetti di provincia (che ancora non abbandona); tenta la via dell'insegnamento senza successo qundi scommette tutto sull'informazione. Dopo esperienze varie, diventa corrispondente dai Lepini per il Giornale di Latina.