Roccagorga, il Carnevale arriva con le apette allegoriche

314

Domenica 7 febbraio l’amministrazione comunale di Roccagorga e la Proloco aprono le porte al concorso “Api Allegoriche”. Anche quest’anno, dall’unione dello spirito carnevalesco, caratteristico del mese di Febbraio, e la tradizione del paese, torna a Roccagorga dopo ben tre edizioni lo straordinario evento : potrà sembrare certamente strano e alquanto bizzarro, ma dall’animo ilare e giocoso degli abitanti di Roccagorga, nasce nel 2011 questo simpatico progetto, che attraverso l’allegorica sfilata di alcuni ‘mini carri’ esprime il classico ideale satirico del carnevale. Il comune e la Proloco hanno infatti deciso di bandire un concorso centrato sul ‘’mascheramento’’, non dei classici carri a tema carnevaleschi, bensì delle ‘api car’, simpatici mezzi a tre ruote, che ricordiamo come alcuni fra i più importanti simboli della tradizione contadina rocchiggiana. Le api allegoriche, questo il loro nome, si rivelano dunque le protagoniste dell’evento che ha luogo nella piazza principale del paese. Tra le più particolari, che hanno intrattenuto il pubblico di Roccagorga, come non ricordare L’APE PUFFO o L’APE IN VESTE DI APE, degli anni passati. Quest’anno l’esposizione dei piccoli carri sarà allestita a partire dalle ore 17 in piazza 6 gennaio, dove ogni team partecipante avrà l’occasione di presentare il travestimento della propria ape, attraverso una breve manifestazione accompagnata da musica e coreografia, in riferimento al tema scelto. Al termine delle singole presentazioni, le simpatiche ‘apette’, sfileranno per i vicoli del paese, ammirate da grandi e piccini. Sarà possibile degustare le specialità della zona ed alcuni simpatici prodotti locali, come i ‘’Melati” e le ‘’Frappe”. Le ‘’danze’’ e ‘’il corteo’’ saranno infine accompagnati da tanta buona musica: a partire dalle ore 16:00, si potrà assistere ad un mini concerto organizzato dalla banda musicale di Roccagorga ‘’Giuseppe Verdi’’. L’appuntamento con il carnevale di Roccagorga è domenica a partire delle 17.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteThe Hateful Eight, un western dai toni noir per Tarantino
Articolo successivoIl mercato auto parte bene nel 2016
Luca Morazzano, giornalista pubblicista, nato a Sezze, vive a Maenza. Intraprende la via del giornalismo qualche tempo dopo la Laurea in Filosofia per tirarsi fuori dal dolce-amaro far nulla della disoccupazione dopo gli studi. Comincia dalla cronaca sportiva di incontri di calcio dilettantistico sui campetti di provincia (che ancora non abbandona); tenta la via dell'insegnamento senza successo qundi scommette tutto sull'informazione. Dopo esperienze varie, diventa corrispondente dai Lepini per il Giornale di Latina.