Aprilia, incendio alla turbogas

423

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fiamme all’interno della centrale turbogas di Campo di Carne. Un principio d’incendio, divampato poco prima delle 13.00 avrebbe interessato l’impianto situato nella zona periferica della città. A prendere fuoco sarebbe stato il serbatoio di olio dielettrico necessario per il raffreddamento del trasformatore in uso alla centrale a ciclo combinato di proprietà della Sorgenia, ma le cause del rogo restano ancora tutte da chiarire. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento 7A di Aprilia e i colleghi di Anzio, hanno lavorato oltre un’ora per spegnere le fiamme, che hanno interessato solo la condotta all’esterno dell’impianto. Secondo le prime informazioni non ci sarebbero persone coinvolte. L’episodio ha ridestato la paura dei residenti di Campo di Carne sulla possibile pericolosità dell’impianto. Timori alimentati dall’esplosione avvertita da alcuni residenti nei minuti precedenti all’incendio. Mentre monta la polemica sull’incendio avvenuto all’interno della Turbogas di Campo di carne, alimentata dagli interventi del consigliere regionale Fabrizio Santori, dal gruppo Noi con Salvini di Aprilia e di Aprilia Possibile e i cittadini continuano a manifestare preoccupazione sull’accaduto, Sorgenia, proprietaria dell’impianto, rassicura i residenti sull’esigua portata dell’incendio. “Oggi alle ore 12,30 circa- si legge nella nota- nella centrale di Aprilia si è sviluppato un incendio a un trasformatore a causa del surriscaldamento che ha innescato l’olio minerale utilizzato come isolante. Non si è verificato alcun infortunio. L’impianto antincendio si è attivato immediatamente come previsto dai sistemi di sicurezza utilizzati in centrali di ultima generazione, e i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’area. L’olio ha provocato una fumata visibile all’esterno ma non ha provocato danni né materiali né ambientali”.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti