Terracina, a Corradini piace l’urbanistica del commissario Ocello: spiana la strada

195
Gianluca Corradini

Il nuovo strumento di pianificazione urbanistica approvato dal commissario straordinario del Comune di Terracina è molto apprezzato dal candidato sindaco Gianluca Corradini soprattutto – dice lo stesso – “per quel che riguarda la semplificazione del procedimento amministrativo per i permessi a costruire”.

Corradini: in linea con la mia idea

“La scelta del commissario Ocello – afferma, ricordando che alla sua conferenza di venerdì parlerà anche di questo – è perfettamente in linea con la nostra idea di sburocratizzazione della macchina amministrativa. I tempi lunghi di attesa per avere una risposta, o l’incertezza degli iter da seguire per ottenere un qualunque permesso, sono cose che bloccano l’intera città. E’ linea con uno degli assi portanti del nostro programma, la competitività, l’idea che abbiamo di Comune è quella di un’istituzione a servizio del cittadino che, quando presenta un’istanza, deve avere risposte immediate e chiare entro un massimo di trenta giorni. Solo in questo modo si sblocca la macchina amministrativa e si accorcia la distanza tra il cittadino e l’istituzione pubblica. Dare risposte chiare e in tempi brevi vuol dire creare occupazione ed incentivare i privati a presentare progetti utili per la comunità. La revisione iniziata dal Commissario Ocello spiana giustamente la strada per un’urbanistica partecipata che consenta a privati e istituzioni pubbliche di lavorare di concerto per migliorare l’assetto urbano della città”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti