Latina, pestato a sangue per il racket dei parcheggi abusivi: due arresti della Volante

475

Hanno pestato a sangue un rumeno, lasciandolo tramortito a terra. Due uomini sono stati arrestati per tentata estorsione, lesioni personali, resistenza e violenza a pubblico ufficiale dagli uomini della Squadra Volante della Questura di Latina per un episodio avvenuto ieri sera all’interno del parcheggio incustodito nel parco San Marco, dove poco prima, intorno alle 18.30, era stata segnalata l’aggressione nei confronti di un parcheggiatore abusivo.

Una volta sul posto, gli agenti hanno trovato una persona sanguinante, con il volto tumefatto e con difficoltà a camminare, al quale prestavano i primi soccorsi in attesa del personale medico del 118. Un connazionale dell’aggredito ha riferito poi ai poliziotti quello che era accaduto poco prima: erano stati entrambi minacciati da due persone di loro conoscenza, armate di una bottiglia di birra e  di un grosso bastone, che rivendicavano il diritto ad esercitare l’attività di parcheggiatori (abusivi) all’interno di quel piazzale. Il testimone era riuscito a scappare mentre il suo compagno era stato raggiunto dagli aggressori e selvaggiamente pestato.  Grazie anche ad alcuni elementi raccolti sulla via di fuga dei due aggressori, gli agenti di due equipaggi, nel giro di poco, sono riusciti a rintracciarli all’interno dell’abitazione, oramai abbandonata, dell’ex custode del mercato rionale di piazzale delle Regioni. Una volta scoperti, si sono anche scagliati contro gli operatori di polizia ma in breve tempo sono stati bloccati ed arrestati. Si tratta di Fabio Canali e Amedeo Primitivo, di 47 e 46 anni, entrambi di Latina e già noti alle forze dell’ordine.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti