Trasparenza a Terracina: Cesaretti, Di Tommaso, Cetrone, Corradini e Palmacci rispondono all’appello di Pernarella

556
Comune di Terracina
Agostino_Pernarella1
Agostino Pernarella

Gian Paolo Cesaretti, Alessandro Di Tommaso, Gina Cetrone, Gianluca Corradini e Arcangelo Palmacci hanno aderito all’iniziativa del Sestante per la pubblicazione sul sito del Comune di Terracina dell’atto di citazione della Servizi Industriali che chiede all’ente circa 10 milioni di euro per presunti danni  subiti nel corso dello svolgimento del servizio di igiene urbana. Una questione di trasparenza per il candidato sindaco Agostino Pernarella (Sestante) che si è quindi rivolto agli altri candidati alla carica di primo cittadino affinché uniti presentassero l’istanza di pubblicazione al commissario straordinario Erminia Ocello. All’appello, datato 8 febbraio 2016, hanno risposto finora in cinque su otto.

Le adesioni

Gian Paolo Cesaretti
Gian Paolo Cesaretti

Il MeetUp “Terracina Anno zero” e il proprio candidato a sindaco, professor Gian Paolo Cesaretti, vogliono esprimere con forza l’adesione all’iniziativa mossa dal “Sestante”, affinché gli atti relativi alla citazione della “Società Servizi Industriali” vengano resi pubblici. Coerentemente con questa scelta, si dichiarano pertanto favorevoli a partecipare a qualunque altra azione politica o civile volta a perseguire tale obiettivo. Crediamo fortemente che la trasparenza e la legalità siano necessarie e doverose da parte delle istituzioni, perché i cittadini possano essere partecipi di ciò che accade nel proprio comune e venga data loro la possibilità di comprendere come effettivamente sono impiegate le risorse economiche e progettuali da parte delle amministrazioni, chiamate a governare proprio in virtù del voto di fiducia espresso dalla cittadinanza. Pertanto facciamo appello al Commissario di Governo, dottoressa Erminia Ocello, affinché tale richiesta venga accolta, consapevoli dell’importanza del ruolo che ricopre tale carica istituzionale – garante del rispetto e dell’applicazione delle leggi – e certi della sua sensibilità ai suddetti temi.

Alessandro Di Tommaso
Alessandro Di Tommaso

“Rispondo positivamente  – ha postato su Facebook Alessandro Di Tommaso, candidato sindaco di Pd e Terracina 2026 – alla richiesta del candidato sindaco del Sestante di sottoscrivere l’appello rivolto al commissario straordinario Erminia Ocello affinché venga pubblicato sul sito istituzionale del Comune, ai fini della trasparenza amministrativa, l’atto di citazione della Servizi Industriali per risarcimento danni. Ho sempre detto e sostenuto che la trasparenza è alla base del mio progetto politico per il governo della città, e non avendo nulla da nascondere, sottoscrivo e la richiesta del Sestante. La gestione dei rifiuti è di vitale importanza per la città e non è accettabile restare all’oscuro di questo capitolo che grava sul Comune come un macigno. Lo dico da cittadino e da candidato sindaco”.

Gina Cetrone
Gina Cetrone

“La battaglia sulla legalità e la trasparenza negli atti che un’amministrazione comunale dovrebbe rendere pubblici ci vede concordi – ha affermato Gina Cetrone di “SìCambia” -. Pertanto riteniamo legittima la richiesta formulata all’Ente di piazza Municipio di veder pubblicati quelli inerenti alla richiesta di risarcimento di venti (?) milioni di euro di presunti danni subiti dalla ditta che aveva in appalto il servizio della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani di Terracina. Su questa vicenda credo vada evidenziato anche un aspetto: non è possibile che responsabili d’importanti servizi comunali si prendano la briga di intervenire pubblicamente su questo delicato argomento, quasi anticipando le azioni dell’amministrazione comunale e discettando di legittimità rispetto alla richiesta inoltrata. E’ forse questo il segno che qualcosa all’interno delle gerarchie del Comune è saltato, tanto che l’Ente appare da qualche tempo sempre più in balia di se stesso? Domanda alla quale la prossima amministrazione comunale dovrà dare una risposta convincente. Mi appello, dunque, alla dottoressa Ocello, affinché per gli atti giudiziari proposti all’attenzione della giustizia dalla Servizi Industriali, possano trovare pubblicazione integrale tra le pagine del sito internet del Comune”.

Gianluca Corradini
Gianluca Corradini

“Giustissima la richiesta di Pernarella – si legge nel post di Gianluca Corradini di Forza Italia e della sua coalizione – per la pubblicazione sul sito del Comune di Terracina dell’atto di citazione della Servizi Industriali che chiede all’ente 10 milioni di euro di danni. Aderisco al suo appello prima di tutto come cittadino e poi come candidato sindaco. È fondamentale che i terracinesi abbiano accesso agli atti del Comune e siano messi in condizione di conoscere come l’amministrazione gestisce i soldi delle casse pubbliche. La trasparenza, insieme alla sburocratizzazione della macchina amministrativa, contribuisce ad annullare la distanza tra le istituzioni e i cittadini, uno dei miei impegni per #LaMiaTerracina”.

Arcangelo Palmacci
Arcangelo Palmacci

Anche se con un pizzico di polemica aderisce all’iniziativa anche Arcangelo Palmacci, candidato sindaco di Italia Unica: “Faccio presente – scrive in una nota stampa indirizzata alla nostra redazione -, che purtroppo nessuna richiesta formale è pervenuta al sottoscritto, e pensare che gli amici del Sestante ben conoscono la mia e_mail e numero telefonico personali, avendo nel passato condiviso con loro diverse iniziative. La lodevole iniziativa, di richiedere la pubblicazione degli atti di citazione della ‘Società Servizi Industriali’ al commissario straordinario Erminia Ocello, avrebbe ricevuto piena adesione se fosse stata inviata e correttamente portata a conoscenza di tutti e nove i candidati a Sindaco. Il sottoscritto avendo sempre adottato come stile di vita la massima trasparenza, principio  base del mio progetto politico per il governo della città, sottoscrive da subito senza nessun problema la richiesta del Sestante, anche perché i cittadini Terracinesi, in merito all’argomento ‘Gestione Rifiuti’ non possono essere tenuti all’oscuro di quanto sta accadendo”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti