Corradini: solo se cresce il comprensorio cresce Terracina

286
Gianluca Corradini

Collaborare tra i vari Comuni del comprensorio è per Gianluca Corradini, candidato sindaco di Terracina,  fondamentale: “Solo insieme – dice – possiamo far crescere il nostro territorio dal punto di vista economico, turistico e commerciale. Le amministrazioni devono tener conto del comprensorio per sviluppare le proprie politiche di governo, i sindaci devono guardare agli altri Comuni come una risorsa fondamentale e non come competitor”.

Oltre i confini del proprio Comune

Per questa ragione Corradini ringrazia ancora i sindaci che hanno partecipato alla presentazione della sua candidatura: Federico Carnevale di Monte San Biagio, Salvatore De Meo di Fondi, Francesco Faiola di Sperlonga e Roberto Zannella di Campodimele. “La loro presenza è stata importantissima – dice – perché per la prima volta tutti hanno deciso di spostare lo sguardo altrove, oltre i confini del proprio Comune ed è il primo passo verso una nuova mentalità di governo che punti a una progettualità comune per valorizzare l’intero comprensorio. Solo insieme possiamo accedere ai fondi europei e avviare un vero processo di sviluppo”.

La sussidiarietà

Il candidato, sostenuto da  Forza Italia, Partito Repubblicano italiano, Movimento Civico Idea Terracina, Movimento Civico Moderati per Borgo Hermada, associazione Terracina Nostra e lista civica Terracina e solo Terracina, spiega che uno degli assi portanti del suo programma di governo è la sussidiarietà, ossia la collaborazione tra gli enti, sia verticale (Comunità Europea, Governo, Regione, Provincia) che orizzontale (tra i Comuni stessi), che supera il campanilismo amministrativo.

Stazione, lago, piste ciclabili

 “Insieme a Federico Carnevale – riprende Corradini sulla vicinanza dei sindaci dei territorio -, abbiamo già anticipato il progetto di rinominare la stazione di Monte San Biagio in Monte San Biagio-Terracina predisponendo un punto di informazioni per i turisti che devono raggiungere la nostra città e aumentando i collegamenti tra i due Comuni. Ma questo è solo uno dei progetti da attuare insieme ai sindaci del comprensorio, bisogna pensare anche a un piano per valorizzare il Lago di Fondi che ricade nei comuni di Terracina, Fondi e Monte San Biagio. Il lago potrebbe diventare un’attrattiva turistica unica insieme a dei collegamenti con il mare e il litorale e con i tre comuni. Lavorando di concerto con gli altri comuni si potrà tracciare una rete di percorsi ciclabili comprensoriali che  permettano di raggiungere il lago di Fondi, Monte San Biagio, Sonnino e anche realizzare il proseguimento della pista ciclabile lungo la via Appia fino a Latina”.

L’agricoltura

Corradini applica la collaborazione tra enti anche nel settore dell’agricoltura: “Abbiamo già parlato – conclude di riaprire lo sportello agricolo di Borgo Hermada che serve anche le aziende di Sabaudia, San Felice Circeo e Pontinia. Insomma – conclude – credo che collaborare tra i Comuni sia fondamentale, solo se cresce il comprensorio cresce Terracina e solo in questo modo possiamo disegnare una città moderna e all’avanguardia che possa essere realmente competitiva e livello regionale e nazionale”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti