Terracina, il Wwf si appella ai candidati sindaci per salvare il lavoro di Agenda 21. Le prime adesioni

460
Una panoramica di Terracina

Che il lavoro svolto dal Forum Agenda 21 di Terracina non finisca alle ortiche. Il Wwf si appella ai candidati sindaci affinché sottoscrivano l’accettazione dei principi di sostenibilità e di condivisione dei documenti prodotti dal Forum in dieci anni di attività. Il Gruppo Attivo Litorale Pontino del Wwf, in particolare, intende difendere il Piano di Azione già passato in Consiglio comunale ricordando che “eventuali scelte diverse non potranno non uniformarsi al concetto di sostenibilità ormai presente in tutte le direttive europee e leggi nazionali, compreso l’ultimo collegato ambientale del dicembre 2015.

“Nove concittadini si stanno proponendo per amministrare la nostra città – scrive il gruppo attivo nel sito dell’associazione – e sicuramente dietro di loro ce ne saranno alcune centinaia che li faranno compagnia nelle liste elettorali e negli elenchi delle firme di presentazione. Sicuramente questi nostri concittadini amano la città e si fanno avanti per migliorarne l’aspetto e i servizi impegnandosi a salvaguardare il patrimonio pubblico contro gli abusi di singoli o gruppi inclini a depredare il territorio e le sue risorse. Ci auguriamo che alla fine della campagna elettorale tutti i cittadini che si sono offerti per l’amministrazione e non saranno risultati eletti e quelli che semplicemente hanno sostenuto con la firma il proprio candidato sindaco restino in campo per avviare l’opera di tutela nella quale si erano impegnati avallando un programma elettorale. Ci permettiamo di dire che nella loro azione non dovranno fare un grande sforzo di invenzione perché esiste ormai un percorso di sviluppo sostenibile costruito nei dieci anni di esistenza dell’Agenda 21 Locale che tocca i vari aspetti della vita della città”.

All’appello ha subito risposto positivamente il Sestante che sostiene la candidatura di Agostino Pernarella pubblicando il link del Wwf.

In rete anche la dichiarazione di Alessandro Di Tommaso, aspirante sindaco di Pd e Terracina 2026, a sostegno del Forum: “Rispondo positivamente all’iniziativa di Wwf Lazio – Gruppo attivo Litorale Pontino, sottoscrivendo come richiesto dall’associazione ambientalista l’accettazione dei principi di sostenibilità e di condivisione dei documenti prodotti dal Forum di Agenda 21 Locale di Terracina. La mia idea di governo del territorio si basa su processi di cambiamento che tengano conto dei bisogni della città senza compromettere il patrimonio pubblico in tutti i suoi aspetti. Questo significa che per fare ciò è necessario – come ci ricorda il Wwf con questa iniziativa – che le scelte operative dovranno essere valutate sulla intersezione delle sostenibilità economica, sociale e ambientale”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti