Sezze, gli alunni del Classico traducono lo statuto comunale del XVI secolo

413

Il tradizionale legame che unisce il Liceo Classico di Sezze (oggi indirizzo di studi dell’ISISS “Pacifici e De Magistris”) alla Città, si arricchisce di un altro importante momento che non appare esagerato definire storico per tutta la comunità setina. Dodici alunni del Liceo Classico (e uno dell’Indirizzo scientifico dell’Istituto), infatti, hanno avviato, in collaborazione con l’Associazione culturale “Le Decarcie”, un lavoro di traduzione dal Latino dello Statuto comunale di Sezze del XVI secolo, un interessantissimo documento attraverso il quale si può ricostruire la vita della cittadina lepina nel periodo rinascimentale. Il lavoro di traduzione, coordinato dalle docenti di Latino dell’Istituto, è supervisionato dal dott. Agostino Attanasio, già sovrintendente dell’Archivio centrale dello Stato. Il progetto prevede la pubblicazione della traduzione, con il testo latino a fronte, che dovrebbe avvenire entro l’anno.
Un protocollo d’intesa firmato dalla Dirigente dell’ISISS, la professoressa Anna Giorgi e dal Presidente dell’associazione “Le Decarcie”, il dottor Francesco Petrianni, ha avviato un percorso di collaborazione della scuola setina con l’associazione che s’interessa della riscoperta e valorizzazione della storia della Città di Sezze, che trova in questo lavoro di traduzione dello Statuto comunale il primo passo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti