Trento espugna il Palabianchini, ma il Ninfa Latina crede ancora nei playoff

117

L’impresa non è riuscita, Trento si è dimostrata superiore battendo il Ninfa Latina in 4 set. Al Palabianchini la terza forza del campionato ha vinto 25-23 la prima frazione, ha perso la seconda con lo stesso punteggio ma si è imposta alla distanza aggiudicandosi il terzo set per 25-19 ed il quarto per 25-16. La prima parte è stata giocata ad altissimi livelli, poi è subentrato il carattere degli ospiti che hanno chiuso la gara con 13 muri e un 51% in attacco. Il sestetto pontino resta comunque in corsa per i playoff: bisogna raccogliere punti nelle ultime due partite, a partire dal match di giovedì sera a Piacenza (diretta Raisport alle 20.30).

LA CRONACA
S’inizia a suon di muri con Tailli, Solè (due) e Yosifov per il 7-7, il primo affondo è degli ospiti sul servizio di Solè (un ace) 8-13, risponde subito Latina con i muri (due) di Rossi 13-13, Nelli (un muro) allunga 17-21 i pontini recuperano fino al 23-24 ma l’ex Urnaut chiude sul 23-25. Latina inizia bene il secondo set portandosi subito sul 12-6, i trentini con Nelli prima e Urnaut poi recuperano fino al 24-23 ma è Maruotti a chiudere il set sul 25-23. Terzo set con avvio in equilibrio 6-6 con i muri di Yosifov e Solè, Nelli (un ace) al servizio trascina i suoi all’8-12 e poi con Urnaut 10-16, Latina con Pavlov accorcia sul 13-16 ma il finale è ospite con la chiusura sul 19-25. Quarto set con gli ospiti subito in avanti con Urnaut 0-3 e i crescendo con due ace dello sloveno 4-8 e poi 12-21 per chiudere 16-25 con Nelli.

I COMMENTI
Nel dopogara Daniele Sottile ha subito voltato pagina pensando al finale della regular season: “Ormai siamo arrivati alla resa dei conti. Dobbiamo vincere le prossime due gare e dare il nostro massimo. Saranno per noi due finali. Non possiamo più fare conti se vogliamo centrare i playoff”. Sulla stessa lunghezza d’onda il patron Gianrio Falivene: “Credo che ci mancano quattro punti per centrare i playoff. Punti che dobbiamo cercare di fare in fretta, ora ci concentriamo sulla trasferta di giovedì a Piacenza e poi su Molfetta. Il bilancio lo dobbiamo tirare alle fine, certo che se pensiamo che a luglio questa squadra non ci doveva essere, è sicuramente positivo, se invece guardiamo al girone di andata il discorso è diverso”. L’ex
Tine Urnaut, applauditissimo: “Latina è sempre un campo difficile, gioca sempre bene, noi siamo riusciti a rientrare in gara dopo aver perso il secondo set, questo ci ha permesso di fare tre punti importanti. Noi siamo ancora in gara, ce la giocheremo fino alla fine della stagione regolare”.

Ninfa Latina-Diatec Trentino 1-3 (23-25, 25-23, 19-25, 16-25)
Ninfa Latina: Maruotti 13, Rossi 7, Pavlov 20, Tailli 10, Yosifov 7, Sottile; Romiti (L), Hirsch 1, Mattei 2, Ne: Krumins, Sket, Ferenciac. All. Placì
Diatec Trentino: Giannelli 4, Urnaut 23, Solè 13, Nelli 19, Antonov 12, van de Voorde 3; Colaci (L), T.Mazzone, Bratoev, De Angelis, D.Mazzone. Ne. Lanza, Djuric. All. Stoytchev
Arbitri: Braico, Vagni
Note durata set: 30‘, 32‘, 24‘, 25‘. Totale 1h51’
Latina: battute vincenti 2, sbagliate 11, muri 8, errori 19, attacco 44%
Trentino: bv 4, bs 12, m 13, e 21, a 51%
Spettatori 1500
MVP: Tine Urnaut

LE VOSTRE OPINIONI

commenti