Latina, ladri scatenati: due arresti e una denuncia in poche ore

164

Ladri in azione a Latina, due arresti e una denuncia in poche ore da parte della Squadra Volante.

In via Abruzzo

In manette, la notte scorsa, è finito Acheraf Slami, 25enne già noto alle forze dell’ordine che insieme ad complice, sfuggito alla cattura, è stato sorpreso all’interno di un garage di via Abruzzo mentre tentava il furto di un’automobile. L’intervento della Volante si era reso indispensabile all’una a seguito della messa fuori uso di una fotocellula che aveva attivato l’accensione delle luci dei garage. E poi ancora alle 3, a seguito della segnalazione alla sala operativa del 113 di rumori sospetti allo stesso indirizzo di via Abruzzo. Durante il secondo intervento, gli agenti ipotizzando che eventuali ladri si trovassero all’interno dei locali, senza indugio, si sono recati direttamente nel seminterrato, dove, in effetti, hanno sorpreso due individui intenti a rubare una costosa autovettura. I due malviventi, alla vista dei poliziotti sono fuggiti via, ma uno di loro, appunto Salami è stato acciuffato dopo un inseguimento a piedi attraverso i comprensori circostanti. Nonostante il giovane sia rimasto nascosto per alcuni minuti, al riparo dalla vista degli agenti, appena ha tentato nuovamente di dileguarsi è stato bloccato e malgrado ciò, nel tentativo di non essere arrestato, si è scagliato contro gli operatori che a fatica sono riusciti ad immobilizzarlo. Per il complice, invece, non ci è stato nulla da fare: ha fatto perdere le sue tracce nell’oscurità. Questa mattina il giudice ha disposto per il 21enne arrestato l’obbligo di firma.

Al Morbella

La stessa Squadra Volante, nel pomeriggio di sabato scorso, era intervenuta presso il centro commerciale Morbella per un furto di abiti, arrestando due minorenni rom. La segnalazione al 113 era giunta dal titolare di un negozio il quale aveva riferito che due ragazzette avevano occultato all’interno delle loro borse alcuni capi di abbigliamento ed erano uscite dal negozio superando tranquillamente la barriera anti taccheggio, segno evidente che avevano abilmente rimosso dagli indumenti sottratti i rilevatori del segnale d’allarme. Le due baby ladre, accompagnate in Questura sono state identificate per L.E.S. del 1999, con precedenti penali specifici, e D.T. del 2001, incensurata. Dopo  le formalità di rito, come disposto dal P.M. del Tribunale per i Minorenni di Roma, L.S.E. è stata tratta in arresto per furto aggravato in concorso ed accompagnata presso il Centro di Prima Accoglienza Minorile di Roma, mentre la più piccola, D.T., è stata denunciata in stato di libertà per il medesimo reato e riaffidata ai genitori.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti