Terracina, pulizie in Comune: si cambia ditta senza garanzie per le lavoratrici. Quella strana richiesta di documenti

104
Gianfranco Cartisano

La pulizia degli uffici comunali di Terracina è stata affidata ad una nuova ditta, ma le lavoratrici attualmente addette al servizio sono preoccupate per il cambio non supportato da una chiara procedura. Per questo motivo Uiltucs Latina ha scritto al Comune e alla Direzione Territoriale del Lavoro esprimendo “riserva in merito al contegno assunto dalla dirigente pro-tempore del Comune di Terracina che, in relazione all’aggiudicazione del servizio ancora non del tutto formalizzata, ha provveduto a chiamare i singoli lavoratori, impegnati nel servizio di pulizie degli edifici comunali, facendosi consegnare documenti di lavoro e buste paghe”. “Tale prassi operativa – scrive il segretario provinciale Uiltucs, Gianfranco Cartisano – viene stigmatizzata dalla nostra associazione sindacale andando al di là di ogni norma di legge e di contrattazione. Ci riserviamo, nell’interesse dei lavoratori, di segnalare l’accaduto nelle sedi opportune”.

Gianfranco Cartisano
Gianfranco Cartisano

“Non permetteremo – aggiunge Cartisano – la svendita del lavoro di queste lavoratrici, non permetteremo che il Committente (Comune di Terracina) si sostituisca alla procedura chiedendo parametri, orari e buste paga. Il dirigente dovrebbe svolgere il suo lavoro ed accertarsi in fase preliminare se l’offerta del servizio di pulizia è stata  abbastanza soddisfacente per garantire continuità alle maestranze”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti