Ninfa Latina di scena a Piacenza, come se fosse una finale!

129
31/1/2016Calzedonia Verona - Ninfa LatinaFOTOEXPRESS

Grande attesa per la sfida di questa sera tra Piacenza e Ninfa Latina, valida per la 20esima giornata della SuperLega. Alle 20,30, con diretta su RaiSport1, i pontini saranno obbligati a vincere sul campo di un’avversaria teoricamente alla loro portata, per continuare la corsa verso gli ultimi tre posti disponibili nella griglia playoff.

 

VISITA AL FANALINO…PIENO DI CAMPIONI

Si va dunque a far visita alla “Cenerentola” del campionato, una squadra che con i suoi 7 punti in classifica non ha più la possibilità di rientrare nel tabellone dei playoff e può concentrarsi sullo spareggio per la Challenge Cup. Gli emiliani hanno comunque una formazione piena zeppa di campioni che possono mettere in difficoltà chiunque. Hanno all’attivo solo due vittorie nella doppia sfida con Milano, ma hanno rosicchiato set da ogni parte, portando al tiebreak due settimane fa Ravenna. Piacenza è allenata da Alberto Giuliani e può vantare nel suo organico ex azzurri del calibro di Luca Tencati, Hristo Zlatanov, Manuel Coscione, gli ex Stefano Patriarca e Loris Manià (che non dovrebbe essere della gara dopo l’infortunio nell’ultimo match con Monza) oltre a “O Fenomeno” Samuele Papi per un totale di 798 presenze in nazionale. Ampia anche la batteria di stranieri con l’opposto serbo Drazen Luburic, il palleggiatore portoghese Miguel Rodriguez, gli schiacciatori: l’olandese Thijs Ter Horst e il canadese Gordon Perrin; i centrali: il croato Marko Sedlacek e l’ex Emanuel Kohut. Ultimo arrivo, per rimpiazzare Manià, l’italo-brasiliano Davidson Lampariello. Domenica a Monza, dove ha vinto il primo set, Giuliani ha schierato Coscione al palleggio e Perrin opposto con compiti di ricezione, Patriarca e Tencati al centro, Papi e Zlatanov schiacciatori, Lampariello libero, lasciando in panchina The Horst, Tavares e Kohut.

I PRECEDENTI

I precedenti sono 27 di cui 8 vinti dai pontini e 19 dagli emiliani. Il bilancio in Emilia è di 12 gare giocate di cui solo una vinta dai pontini, la prima in assoluto giocata, il 15 dicembre 2002 (2-3). In Regular Season: Samuele Papi 1 attacco vincente ai 5500; Gabriele Maruotti – 12 punti ai 1500. In Campionato: Emanuel Kohut 1 battuta vincente alle 100; Daniele Sottile 3 muri vincenti ai 300. In Campionato e Coppa Italia: Manuel Coscione 1 muro vincente ai 300, Samuele Papi 10 punti agli 8500; Andrea Rossi 1 partita giocata alle 200, Viktor Yosifov 9 punti ai 1000.

LE IMPRESSIONI DI GRANDE

Il direttore Candido Grande ha parlato della sfida odierna definendola la prima di due finali: : “La prima a Piacenza sarà la più importante. Siamo arrivati al momento decisivo della stagione, abbiamo avuto un periodo di buio e ora dobbiamo dimostrare di averlo superato. Con Trento abbiamo dimostrato di poter giocare alla pari con tutti, dopo le due gare con Milano e Ravenna dove non ci siamo espressi al meglio. Una stagione in cui ci sono state anche grandi soddisfazioni. Su questa squadra ci credo, dobbiamo essere carichi e centrare l’obiettivo che ci eravamo prefissi all’inizio: i playoff. È arrivato il momento di dimostrare tutto il nostro valore”. Martin Blanco Costa: “Sono molto ansioso per la gara contro Piacenza, è una partita molto importante per noi. Sono sicuro che possiamo giocare bene, perché siamo una squadra che sa giocare una buona pallavolo. Vince chi gioca meglio e i ragazzi si stanno allenando molto bene, sono molto fiducioso”. Sul fronte opposto ha parlato Samuele Papi: “Nell’ultima partita contro Monza si sono sicuramente visti ulteriori passi in avanti e questo è positivo: dobbiamo proseguire su questa strada, cercando di ripeterci contro Latina. La nostra volontà è quella di vincere provando anche a tenere un bel gioco per più set, dobbiamo provarci a tutti i costi. L’obiettivo su cui stiamo lavorando è quello di migliorare gli automatismi tra di noi in vista soprattutto del girone di Challenge Cup che ci aspetta alla fine della Regular Season”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti