Priverno, aggredì con un coltello un uomo per futili motivi, arrestato

65

Lo scorso 8 febbraio, Z.A.L.C., 43enne di Priverno, con precedenti di Polizia e problemi di tossicodipendenza, aveva aggredito con un coltello un 45enne che gli aveva rivolto la parola, forse conoscendolo, a Borgo Sant’Antonio. Il ferito, giudicato guaribile in un paio di settimane al Punto di Primo Intervento, presentò denuncia solo alla sera e da lì partirono le indagini dei Carabinieri che il giorno dopo, a seguito di perquisizione ritrovarono l’arma utilizzata, un coltello a serramanico, procedendo con la denuncia per lesioni personali aggravate. Ma l’opera dei Militari non si è fermata li perché a seguito delle risultanze investigative, il Tribunale di Latina ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari cui gli stessi Carabinieri di Priverno hanno dato quindi esecuzione. Verso le 14 di oggi (26 febbraio) il predetto è stato condotto presso il proprio domicilio, ove rimarrà ristretto in regime di arresti domiciliari in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti