Terracina, politiche sociali e Azienda Speciale al centro del programma di governo

122
Gianluca Corradini

L’azienda Speciale di Terracina torna al centro del programma di governo del candidato sindaco di Forza Italia Gianluca Corradini: “Ci assumeremo la responsabilità – afferma – di fornire, da subito e in modo chiaro, cosa mai fatta dalle precedenti amministrazioni, le linee di indirizzo in ordine alle politiche sociali. Per fare questo daremo stabilità e certezze anche al ruolo essenziale dell’Azienda Speciale che dovrà continuare ad operare nel migliore dei modi mettendo in atto, con sempre maggior puntualità, efficienza e una migliore riorganizzazione del lavoro e delle risorse umane, le linee di indirizzo stabilite dall’Amministrazione nell’ottica di una rinnovata e forte collaborazione”.

Corradini promette attenzione soprattutto verso giovani, anziani, ai portatori di handicap e, in generale, ai soggetti che hanno bisogno di interventi efficaci per affrontare le difficoltà legate alla presenza di disabilità, malattie o anche di gravi situazioni economiche. “Abbiamo già parlato dell’impegno nel riformulare l’offerta formativa per i ragazzi di Terracina – spiega il candidato sindaco – in modo che possano specializzarsi in quelle che sono le vocazioni del territorio e trovare lavoro qui, senza essere costretti ad andare via. In questo senso rientrano i progetti per l’istituto Filosi e per portare a Terracina una sede distaccata dell’Its Caboto di Gaeta e dell’ISS San Benedetto di Latina. Altro sforzo della nostra amministrazione sarà, in collaborazione con la Provincia, estendere l’assistenza scolastica specialistica anche nelle Scuole Superiori”.

“Per quanto riguarda le persone anziane – conclude Corradini -, renderemo più agevole l’accesso all’assistenza domiciliare e rivolgeremo una particolare attenzione ai Centri Sociali che dovranno diventare sempre più luoghi di serena aggregazione e convivenza per le persone che li frequentano. E’ importate che gli anziani possano vivere in luoghi accoglienti ed appositamente pensati per loro, non dobbiamo dimenticarci di valorizzare quella che è la nostra memoria storica, soprattutto in un momento in cui le tradizioni si stanno perdendo. Per fare questo è importante sviluppare ed implementare i servizi esistenti dando ad essi continuità e stabilità. Per raggiungere questi risultati, lavoreremo per incrementare in modo significativo la percentuale del Bilancio Comunale che sarà assegnata ai Servizi Sociali”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti