Sabaudia, “Voto e libertà. Il movimento delle suffragette inglesi”: la mostra al museo Emilio Greco

313

Apre il giorno della festa della donna, martedì 8 marzo, alle 17, la mostra “Voto e libertà. Il movimento delle suffragette inglesi” nelle immagini di Heritage Images, Mary Evans e Top Foto, presso il museo “Emilio Greco” a Sabaudia in piazza del Comune. L’ingresso alla mostra è gratuito, dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

La mostra L’evento, in cui la storia del movimento femminile inglese, tra la fine dell’88 e i primi del ‘900, viene raccontata attraverso la fotografia presente negli archivi inglesi e distribuita in Italia dall’agenzia A.g.f. di Roma, andrà avanti fino al 15 marzo ed è organizzato dall’assessorato alla cultura turismo e spettacolo del Comune di Sabaudia nella persona dell’assessore Marilena Gelardi.

Il messaggio ai giovani di oggi Prodotta da Eff&Ci – Facciamo Cose e curata da Alessandro Luigi Perna, la mostra “Voto e Libertà”, lungi dall’essere esaustiva sull’argomento – spiegano gli organizzatori – vuole però mostrare tutta la passione e la drammaticità di quella che fu la lotta delle donne inglesi per ottenere il diritto a votare. Composta da circa 40 fotografie, l’esposizione è stata realizzata nell’ambito di History & Photography, un progetto che ha come obiettivi raccontare con la fotografia la storia delle società contemporanee e valorizzare e rendere fruibili al grande pubblico e ai più giovani, anche attraverso foto proiezioni in scuole e università, i tantissimi archivi fotografici storici italiani e internazionali che, pur conservando immagini di grande valore artistico e documentale, sono spesso sconosciuti perfino agli addetti ai lavori.

Il coraggio che ha cambiato la storia “E’ con grande soddisfazione – afferma l’Assessore Marilena Gelardi – che quest’anno proponiamo un’attività culturale che sottolinea l’impegno civile e politico di un gruppo di donne che con il loro coraggio hanno segnato la strada che ha permesso a tutto il mondo femminile di avere un diritto civile assolutamente imprescindibile per un paese che voglia definirsi civile e democratico”.

Suffragette: simbolo di libertà e uguaglianza Il termine “suffragette” fu usato per la prima volta dal giornale inglese Daily Mail come etichetta denigratoria delle militanti del movimento femminile che tra la fine dell’800 e i primi del ‘900 chiedeva il suffragio, cioè il diritto di voto, anche per le donne. Un obiettivo raggiunto completamente e non senza sofferenze e difficoltà solo il 2 luglio 1928 quando il suffragio fu esteso a tutte le donne.mostra2

LE VOSTRE OPINIONI

commenti