Gaeta, la Guardia Costiera “imprigiona” nel porto un cargo della Sierra Leone

128

la Capitaneria di Porto ha passato al setaccio i sistemi di sicurezza e di protezione dell’ambiente di una nave mercantile di quasi cento metri di lunghezza battente bandiera della Sierra Leone. E’ successo ieri nel porto di Gaeta. La nave – per la precisione lunga 93 metri e con una stazza di circa 3000 tonnellate –   proveniente da Brega (Libia), già monitorata prima dell’arrivo nel porto di Gaeta attraverso i sistemi tecnologici in uso presso la sala operativa della Guardia Costiera, è stata oggetto di una attività di ispezione da parte del personale del nucleo di “Port State Control”, specializzato negli accertamenti nei confronti delle navi straniere che approdano nei porti comunitari.

MN Maria Queen2-1Il controllo da parte dei militari, finalizzato ad accertare i prescritti standard di sicurezza sulle unità navali operanti nel porti del compartimento marittimo, ha consentito di individuare delle gravi deficienze che  compromettevano la sicurezza della nave stessa e la tutela dell’ecosistema marino. Per questo motivo i militari della Guardia Costiera di Gaeta hanno notificato al Comando di bordo il provvedimento di fermo della nave (la cosiddetta detenzione), con relativa sanzione amministrativa.

L’unità mercantile dovrà rimanere ormeggiata nel porto di Gaeta e potrà riprendere la navigazione verso la nuova destinazione, soltanto dopo aver ripristinato le necessarie condizioni per una sicura navigazione in mare ed esser stata sottoposta ad una nuova visita di controllo da parte del team ispettivo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti