Buona la prima per Gautieri: a Terni un pareggio e qualche rimpianto

106

Un evidente rigore negato e due gol letteralmente divorati. Si spiegano così i rimpianti che accompagnano il pareggio comunque positivo ottenuto dal Latina a Terni. Il debutto di Gautieri è stato comunque convincente, i nerazzurri hanno ritrovato solidità e compattezza pur dovendo fare i conti con le pesantissime assenze di Acosty e Schiattarella.

PRIMO TEMPO: QUEL FALLO DI MANO GRIDA VENDETTA

Gautieri lancia Ammari sul fronte offensivo, in sostituzione di Acosty, e si affida a Scaglia per “movimentare” la mediana orfana di Schiattarella. Nelle retrovie è Bruscagin ad occuparsi della fascia destra, il grande escluso resta Brosco. La Ternana del traballante Breda prova ad aggredire i pontini e al 6’ costruisce una buona opportunità con Falletti: l’uruguaiano dribbla tutti in area ospite e fa arrivare il pallone a Furlan, il cui diagonale rasoterra finisce fuori d’un soffio. Proteste nerazzurre al 13’, quando arbitro e assistenti non si accorgono di un evidente fallo di mano di Janse su un campanile in area umbra. Un minuto dopo un cross di Calderoni viene raccolto al volo da Ammari, il cui sinistro si rivela però innocui per Mazzoni. Unico nuovo sussulto dei rossoverdi al 25’, quando Ceravolo dribbla Dellafiore e impegna Ujkani in una non facile ribattuta. Poi non accade più nulla, le squadre si annullano l’una con l’altra e si arrendono alla voglia di non farsi male.

SECONDO TEMPO: MBAYE E DUMITRU, I “DIVORATORI”

La ripresa si apre con un’amnesia di Bruscagin, che si fa soffiare palla da Furlan in piena area di rigore: l’assist sotto porta di quest’ultimo, fortunatamente, non raggiunge alcun compagno. Al 12’ prima colossale palla gol divorata dagli ospiti: Scaglia triangola sul limite con il nuovo entrato Mbaye, la cui conclusione in spaccata a tu per tu con il portiere finisce incredibilmente al lato. Cinque minuti dopo altra occasionissima sciupata dai nerazzurri: Bruscagin da destra imbecca all’altezza del palo più lontano Dumitru, che con un diagonale rasoterra a porta sguarnita sbaglia clamorosamente la mira. Al 23’ sono gli umbri a rendersi pericolosi, ma solo grazie ad uno sciagurato retropassaggio di Mbaye non sfruttato da Ceravolo, presentatosi a tu per tu con Ujkani. Poi la spinta delle “fere” si esaurisce, così come le idee di un Latina comunque compatto e ben messo in campo. Ultimi sussulti nel finale un’incornata di Ceravolo e un tiro di Falletti deviato da Olivera ma comunque parato da un Ujkani sempre attento.

TERNANA-LATINA 0-0

 

Ternana: Mazzoni, Zanon, Gonzalez, Meccariello, Janse, Coppola, Palumbo (30’ st Signorelli), Belloni (19’ st Grossi), Falletti, Furlan (39’ st Gondo), Ceravolo. A disp.: Sala, Busellato, Dugandzic, Troianiello, Avenatti, Santacroce. All.: Breda

 

Latina: Ujkani, Bruscagin, Dellafiore, Esposito (34’ st Figliomeni), Calderoni, Mariga (12’ st Mbaye), Olivera, Ammari (37’ st Boakye), Dumitru, Corvia, Scaglia. A disp.: Leone, Shahinas, Brosco, Paponi, Campagna. All.: Gautieri

 

Arbitro: Di Paolo di Avezzano Assistenti: Prenna di Molfetta e Chiocchi di Foligno Quarto uomo: Vesprini di Macerata

 

Ammoniti: Janse, Mbaye, Corvia, Figliomeni, Coppola, Boakye

LE VOSTRE OPINIONI

commenti