Giocagin, duemila buoni motivi per un altro grande successo

166

Grande successo anche in provincia di Latina per la nuova edizione di Giocagin, l’evento sportivo Uisp proposto in oltre cinquanta città italiane. La manifestazione incentrata sulla ginnastica e su svariate discipline classiche come pattinaggio e danza si è svolta quest’anno a Latina e Fondi e ha fatto registrare oltre duemila presenza complessive.
IL TRIONFO DI LATINA
Giocagin si è confermata la festa dei bambini e di tutte le età, ma soprattutto come l’evento dello stile di vita attivo, con l’obiettivo di lanciare un contagioso “movimento” in tutta Italia, perché lo sportpertutti è inclusione, benessere, solidarietà. Le attività previste nelle esibizioni sono aperte a tutti e di vario tipo: nell’appuntamento di Latina si sono esibiti i ragazzi del Liceo Manzoni in una prova di aerobica e step, le Majorettes Blue Twirling, l’Asd Marina Dance nei balli di gruppo, la Gimnastica Julia Cori per la ginnastica artistica, l’Asd Studio Danza con la danza di carattere, le ragazze dell’Asd Sabaudia 2010 nella ginnastica ritmica, la Magia Dance con il bachatango, gli studenti del Liceo Classico Dante Alighieri che si sono prodotti in una coreografia a corpo libero. Un altro liceo, stavolta lo Scientifico Grassi, ha messo in scena un flash mob, mentre l’Asd Karate Lepino si è cimentata nel kata. Ritmica anche per le ragazze dell’Uisp Latina e della Ginnastica Astrea, per chiudere in bellezza con la danza moderna dell’associazione L’Anfiteatro. Alla kermesse latinense, coordinata dalla professoressa Eleonora Mancini, con la collega Mariola Marinelli e la giovane dirigente dell’Uisp di Latina Michela Policicchio, è intervenuto anche
il consigliere regionale Enrico Forte.

LA FESTA DI FONDI
Spettacolo d’eccellenza anche a Fondi, la cui tappa si è svolta in contemporanea con quella del capoluogo, e che ha visto protagoniste dodici società che hanno regalato al pubblico ben ventiquattro performance: arti marziali, balli di gruppo, latino americani, hip hop, danza del ventre, e tante altre forme di movimento sono state al centro delle esibizioni. Le società partecipanti sono state ilPhysical Health Center, la Sport Events, la Felipe Kaos Latino, l’Asd Tae Kwon Do Arduini, la Gymnastic Studio, l’Igea Fondi, La Scuola elementare Gonzaga, il Centro anziani, la Dance Academy e la Top Dance, tutti sodalizi della città ospitante. Con loro anche la Dancing Time di Terracina e l’Asd Fisiosport Pecchia di Lenola. Un successo che è stato possibile grazie alla preziosa collaborazione del professor Giuseppe Nunziata, e che è stato applaudito anche dal sindaco di Fondi Salvatore De Meo. Spalti strapieni per acclamare le entusiasmanti esibizioni, ma anche per rafforzare il binomio sport e solidarietà: per il 2016 l’obiettivo è la costruzione di un campo polivalente e la fornitura di materiale sportivo per poter far giocare i bambini del collective center di Al Waha, a Deddeh nel nord del Libano. Qui vivono da tre anni circa 1400 persone di cui la metà sono bambini, molti dei quali nati lì. Le condizioni di vita sono al limite, non esistono i servizi più elementari, come ad esempio l’elettricità.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti