Protesta Coop, salta l’assemblea dei soci

142

Megafoni e striscioni per protestare contro la cessione al privato dei punti vendita Cooop di Cisterna, Formia e Terracina. Una manifestazione piuttosto accesa, quella che si è svolta oggi pomeriggio fuori dalla scuola Giovanni Pascoli di Aprilia. Radunati nel piazzale, 147 dipendenti dei tre supermercati del basso Lazio hanno fatto sentire la propria voce, gridando il proprio dissenso alla cessione al privato dei tre punti vendita. La manifestazione, indetta dai sindacati Ultucs e il sindacato Clas, ha registrato momenti di tensione quando il gruppo dirigente e i soci, riuniti all’interno dell’istituto comprensivo, hanno rifiutato per ragioni di spazio l’ingresso ad un centinaio di soci lavoratori, che chiedevano di potervi prendere parte. L’assemblea alla fine è stata annullata, una battaglia portata a casa dai due sindacati, che promettono di proseguire la trattativa per cercare di convincere Unicoop a rivedere la propria posizione sulla cessione. La nuove Alleanza 3.0 infatti, che è approdata anche presso i punti vendita di Aprilia, non includerebbe i tre supermercati di Cisterna, Formia, Terracina, Frosinone e Fiuggi e il passaggio al privato, metterebbe a rischio 147 lavoratori. “Domani mattina ci sarà un incontro a Firenze- spiega Gianfranco Cartisano della Uiltucs e qualora verrà riaperta la questione sarà sciopero”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti