Il teatro Bertolt Brecht di Formia vola in Tunisia al festival di Ben Arous

144

Da oggi fino al prossimo 19 marzo il Teatro Bertolt Brecht di Formia sarà in Tunisia per l’ottava edizione del “Festival Méditerranéen du théâtre pour Enfants” di Ben Arous promosso dal Ministero della Cultura e della Conservazione del patrimonio, dal Commissariato Regionale del governatorato di Ben Arous in collaborazione con l’associazione “Cultura per Tutti”.

 Cinque giorni di laboratori sulla commedia dellarte e di spettacoli con i cavalli di battaglia Pulcinella Mon Amoured I racconti di Fernando. Dopo la Spagna e l’Albania, il festival tunisino segna unaltra importante tappa del progetto I Fari culturali del Mediterraneo, di cui il Teatro Bertolt Brecht è capofila, che punta sullarte come veicolo fondamentale per una cultura di integrazione e di pace, come occasione di scambio e di crescita, che parte da Formia e si muove a livello internazionale verso altri possibili partner come Grecia e Africa. 

 La partecipazione al Festival di teatro per ragazzi tunisino porta avanti l’idea ed il valore di un sorriso senza frontiere dove il teatro di strada, il teatro popolare ed i burattini hanno i bambini come interlocutori privilegiati. Da Pulcinella a Fernando fino a Giufà i personaggi del Mediterraneo raccontano le loro storie di tradizione e di pace.  

“Il Mediterraneo è un oceano, un continente, un globo di relazioni ed umori, un universo straordinario per diversità e cultura, religioni ed ateismo, filosofie, scienza astronomica – ha detto il direttore artistico Maurizio Stammati – Tutto quello che siamo si è messo in cammino da qui. Anche noi, con la nostra carovana ci mettiamo in cammino intorno a questo splendido e maledetto mare portando la nostra arte e investendo nel nostro Festival dei Teatri d’arte Mediterranei come punto di incontro di culture e pensieri”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti