Maenza, diede un testata all’arbitro, denunciato il massaggiatore del Carso

161

E’ sfociato in una denucnia penale quanto successo lo scorso 20 febbraio a Maenza in occasione della gara di Seconda Categoria tra Real Maenza e Polisportiva Carso. Al 28’ del secondo tempo, una decisione discutibile del direttore di gara, aveva mandato su tutte le furie gli ospiti. Lo stesso direttore di gara venne aggredito e sospese l’incontro. Particolarmente esagitati si mostrarono il massaggiatore del Carso, P. M. e il numero 10 ospite B. M. inibiti dalla giustizia sportiva rispettivamente fino al 2021 e al 2020. La giustizia ordinaria, su richiesta dei Carabinieri di Maenza, che hanno condotto le indagini, hanno identificato e deferito in stato di libertà il 46enne (massaggiatore del Carso), per avere cagionato ad un arbitro 21enne, lesioni personali giudicate guaribili con prognosi di giorni 10 con una testata, quale ritorsione per una contestata decisione arbitrale.

Leggi l’articolo del giorno dell’aggressione

LE VOSTRE OPINIONI

commenti