Premio Cisterna, via alle iscrizioni: la manifestazione diventa biennale

125

Giornata importante quella di sabato 19 marzo per Cisterna e per i cisternesi e la storia della città. Proprio domani ricorre, infatti, il 72esimo anniversario dell’esodo cisternese, quando tutta la popolazione fu costretta dai soldati tedeschi a lasciare le proprie dimore per un cammino disperato verso una sorta sconosciuta. Quella di domani, inoltre, fu la data che segnò l’inizio della distruzione del paese che venne scelto quale teatro di durissimi scontri armati e pesanti bombardamenti. L’esodo cisternese è rimasto, negli anni, un evento carido di significato che anche domani l’amministrazione comunale ha voluto ricordare con una serie di appuntamenti.

 
GLI EVENTI La cerimonia avrà inizio alle ore 10:15 in Piazza XIX Marzo con il raduno delle autorità e dei rappresentanti delle associazioni per poi raggiungere il Monumento ai Caduti di tutte le guerre e deporre una corona d’alloro dopodiché verrà deposto un omaggio floreale all’interno delle grotte Caetani in onore a tutti coloro che qui trovarono per 44 giorni riparo, ma anche la morte, dai bombardamenti fino, appunto, alla fatidica data del 19 marzo, giorno dell’esodo. A seguire, all’interno di Palazzo Caetani, si terrà la 1° Giornata della Memoria Cisternese, la Storia raccontata dai testimoni. L’iniziativa si aprirà con l’inaugurazione, all’interno della Torre Frangipane, di una esposizione di reperti bellici della Seconda Guerra Mondiale curata dall’associazione Il Fronte a Cisterna. Quindi, nei locali della Sala della Loggia (Biblioteca della Legalità), alcuni testimoni racconteranno due dei più tragici momenti della guerra a Cisterna a cui hanno assistito personalmente come l’eccidio di Pratolungo e la strage Salaro, inoltre la difficile condizione degli sfollati. L’incontro vedrà, inoltre, la partecipazione dell’attore Fabio Ramiccia, della pianista Maria Vittoria Baccari, del tenore Michele D’Abundo, del baritono Luigi Narducci. Concluderà la manifestazione la premiazione degli studenti delle scuole di Cisterna partecipanti al concorso “Un logo per Pratolungo” nell’ambito del progetto “Un esodo lungo 70 anni”.
 
IL PREMIO CISTERNA E quest’anno c’è una novità anche sul Premio Cisterna. Saranno, infatti, aperte le candidature al 15° Premio Cisterna (attraverso un apposito banner sul sito web o all’indirizzo premiocisterna@comune.cisterna.latina.it) che da quest’anno avrà cadenza biennale per accrescerne l’attesa ed il prestigio. Proprio i numerosi premi consegnati ogni anno rischiavano di ridimensionare l’attesa ed il prestigio dell’evento che, avendo cadenza biennale, può essere rilanciato e ridimensionato anche nel numero delle persone che ottengono questo riconoscimento e, perché no, anche delle categorie.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti