Pantanaccio, dopo due anni di lavori apre a Latina il ponte che ricuce i quartieri

141

Il conto alla rovescia è finito. Oggi è stato aperto alle nove il ponte del Pantanaccio, un’opera che è rimasta in stand by per anni e che attendeva da tempo alcuni passaggi tecnici dilungati nel tempo e su cui la gestione commissariale ha dato l’accelerata finale. Stamattina non è stata prevista alcuna inaugurazione ma solo l’apertura per rendere l’opera disponibile per la città e sono stati rafforzati i controlli dei vigili per garantire un traffico veicolare senza intoppi. Per il ponte che collega via dei Volsci con via Pantanaccio ed i rispettivi quartieri, all’altezza dell’attuale campo di calcio, passando sopra il canale delle Acque Medie, gli ultimi passaggi tecnici sono stati espletati, le prove di carico e i prelievi sui materiali utilizzati per la sicurezza del ponte (in cemento e ferro) e l’installazione della pubblica illuminazione, tutti fatti questa estate. Successivamente è arrivata anche la certificazione del Genio Civile ed è stato compiuto anche l’ultimo step, quello dell’ordinanza, che inibisce il passaggio sul ponte dei mezzi pesanti e istituisce il divieto di fermata su diversi tratti. Il ponte dovrebbe migliorare la qualità dei servizi di centinaia di residenti che non saranno più “prigionieri” dell’imbuto di via Pantanaccio. I lavori erano iniziati nel giugno 2014 e sono costati alle casse del Comune circa un milione e mezzo di euro compresi delle migliorie nella zona. “Positivo che sia stata accolta la proposta di inibirlo ai mezzi pesanti – aveva commentato l’ex capogruppo del Pd Alessandro Cozzolino – resta il nodo dell’assenza di uno studio sul traffico. Prima si fanno gli studi e poi si aprono le strade, mi auguro che siano state valutate le ricadute sulla possibile congestione di un’area che ora raccoglierà anche tutto il flusso veicolare proveniente da via Epitaffio e Tor Tre Ponti”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti