Cori, “Amor Sacro”: al via le riprese del film del regista Marco Zarrelli

390
Il chiostro di Sant'Oliva a Cori

I paesaggi più suggestivi del territorio pontino saranno al centro delle riprese, che partono domani 23 marzo, dell’opera prima del regista Marco Zarrelli, “Amor Sacro”, prodotta da “Mescalito Film” di Giorgio Beltrame. Nel cast del film come protagonisti: Marina Massironi, Antonio Catania e Antonello Fassari.

La Città d’Arte

La scelta di realizzare le riprese nel territorio pontino è stata fatta nella convinzione che potrà apportare un significativo contributo alla qualità artistica del progetto – spiegano i produttori – le riprese dureranno un giorno, inizieranno intorno alle 7,30 e si concluderanno verso le 18. I primi ciack verranno battuti tra il Ponte della Catena, via Ninfina e via del Porticato (Sipportica). La troupe si sposterà poi al complesso monumentale di Sant’Oliva, dove si gireranno altre scene all’interno della chiesa, sulla piazzetta, dentro il chiostro e il museo della Città e del Territorio.

Un lungometraggio di grande valore

L’intero film mette in risalto i paesaggi ambientali e le risorse monumentali più suggestive del territorio pontino, grazie a Latina Film Commission che ultimamente ha invitato a lavorare in provincia numerose produzioni cinematografiche, favorendo la conoscenza di questi spazi e di questi ricchezze ambientali e culturali e alimentandone lo sviluppo occupazionale. “Amor Sacro”, che si preannuncia un lungometraggio di grande valore, ha ricevuto, in quanto prodotto di interesse culturale nazionale, il contributo economico del ministero per i beni e le attività culturali e sarà distribuito in un primo momento ai festival di settore per poi approdare al grande e piccolo schermo.

La storia

Il film racconta la storia di un monaco cistercense che vive in un luogo remoto, lontano dalla quotidianità del mondo moderno, chiuso in una solitudine fatta di abitudini di altri tempi. A causa di un trasferimento si troverà a confrontarsi in prima persona con la comunità cittadina incontrando personaggi molto particolari e realtà a lui molto lontane. Questi incontri genereranno in lui un forte senso di inadeguatezza, destabilizzando le sue convinzioni, gettandolo in un grande sconforto e portandolo a ridefinire la propria identità. Un affresco della società moderna, con le sue contraddizioni e lo sbando delle coscienze e delle anime che il monaco dovrà affrontare.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti