Terracina, manifesti contro il bullismo: alunne del liceo campionesse di legalità e cultura

254

Le alunne  della 5B del Liceo delle Scienze Umane “ Leonardo Da Vinci” di Terracina, sono state premiate con una menzione speciale per il concorso ”Legalità e Cultura dell’etica 2015-16” nella sezione “Manifesti” contro il bullismo.

Il concorso nazionale è stato organizzato dai Distretti Rotary italiani con la Commissione Interdistrettuale Legalità e Cultura dell’Etica Rotary del Distretto 2080 ed il patrocinio del Senato della Repubblica, Camera dei Deputati e UNC Consumatori, la premiazione è avvenuta presso il Comando Generale della Guardia di Finanza, Salone d’Onore della Caserma “ Generale B. Sante Lario”.

Il titolo del Manifesto “In puero homo” racchiude il potenziale realizzativo di una nuova vita, compito dei genitori è quello di scoprire e portare alla luce, secondo un processo libero e rispettoso, l’originalità di chi viene al mondo.

La scena è ambientata nel piazzale antistante lo “Spidale degli innocenti” a Firenze, dove è stata immaginata la presenza di una lastra di marmo con la rappresentazione grafica dell’involuzione umana.

L’essere umano che ricorre all’aggressività regredisce allo stato animale, compito dei genitori è quello di  finalizzare la propria missione educativa verso al rispetto e alla tolleranza.

L’elaborato è stato realizzato con la supervisione della docente di Disegno e Storia dell’Arte, professoressa Maria Rosaria Di Mauro. Le docenti referenti del progetto sono la prof.ssa Formicola Maria e la professoressa Antonia De Simone .

Hanno partecipato al concorso anche gli alunni della classe 3A del Liceo delle Scienze umane con un manifesto e un cortometraggio particolarmente significativi. Tra gli attori del cortometraggio alcuni ragazzi della classe 5B del Liceo Scientifico.

Il concorso rappresenta un momento conclusivo di un percorso che ha visto la partecipazione degli alunni del Liceo Leonardo Da Vinci alla due giorni organizzata a Fondi dal Rotaract e dal Rotary Terracina-Fondi, presieduti rispettivamente dal dott. Roberto Persico e dal prof. Michele Patané, per sensibilizzare alla legalità ed al rispetto reciproco. Il Convegno è stato patrocinato dal Comune di Fondi, dall’Ordine degli Avvocati di Latina, dal Consiglio Notarile di Latina e da numerose associazioni locali e nazionali.

manifesto

LE VOSTRE OPINIONI

commenti