Dellafiore striglia il Latina: “Sputa sangue e non sbagliare più!”

188

Due anni fa riuscì ad andare a segno contro il Lanciano, contribuendo a centrare un successo che mancava da due mesi. Hernan Paolo Dellafiore sperava di poter sbloccare anche sabato scorso l’ennesimo digiuno, ma non ha fatto i conti con il Brescia e con i limiti di un Latina che “ha poi subito un gol da polli”. Nella sua analisi del momento nerazzurro, il centrale ha parlato innanzitutto del suo rendimento, decisamente migliore nella posizione di centrale difensivo: “Il mio ruolo è quello, preferisco stare in mezzo ma posso adattarmi nella posizione di terzino adeguandomi a quello che mi chiede il mister. Di sicuro potrei andare in difficoltà se dovessi marcare avversari veloci sulla fascia e se mi venisse chiesta una fase offensiva costante: ormai non ce la faccio più ad andare avanti e indietro per tutta la partita!”.

 

DIMOSTRIAMO LA FORZA DEL GRUPPO!

Dellafiore ha confessato di essere uscito dal campo arrabbiatissimo dopo il match con il Brescia: “Avrei preferito non segnare ma vincere, avevamo tanto bisogno dei tre punti. Ripensando a questi mesi e al cambio di quattro allenatori dico che noi giocatori abbiamo le nostre colpe e dobbiamo assumerci le nostre responsabilità: non siamo riusciti a dimostrare di essere un gruppo vero, dobbiamo invece aiutarci l’uno con l’altro e sputare sangue remando tutti nella stessa direzione, con la consapevolezza di essere una buona squadra e di poter ambire ad un’altra classifica. In questo momento non possiamo permetterci altri passaggi a vuoto, non fare punti significa perdere terreno  e affondare nella zona pericolosa. Il mister? Esprime concetti chiari, parla diretto, ma spetta a noi seguirlo e capirlo!”.

 

CESENA RIMANEGGIATO, MA GUAI A SOTTOVALUTARLO

Sabato i romagnoli saranno privi degli infortunati Sensi e Falco, degli Under 21 Rosseti, Caldara e Garritano, dei nazionali Magnusson (Islanda) e Djuric (Bosnia) e dello squalificato Perico. Questo lascia pensare che la spedizione al Manuzzi non sia così proibitiva: “Se andiamo a Cesena pensando che sia facile per via delle loro assenze, è meglio che restiamo a casa! Loro hanno una rosa di valore e se sono così in alto in classifica avranno altri elementi pronti a dare il massimo al posto degli assenti. Sarebbe da ingenui sottovalutarli!”.

 

ESPOSITO IN RIPRESA, ACOSTY OUT

Acosty primo piano

Mister Gautieri ha optato per le porte chiuse anche nella seduta del mercoledì. Impossibile dunque conoscere novità sulle condizioni di Esposito, parso comunque in lieve ripresa, e di un Acosty fermato ancora dai malanni alla caviglia. L’attaccante getterà la spugna quasi sicuramente, al suo posto probabile l’impiego di Schiattarella.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti